• Principale
  • Wiki
  • 101 prove per una giovane età della Terra e dell'universo

101 prove per una giovane età della Terra e dell'universo

La divina commedia
Creazionismo
Icon creationism.svg
Gag in esecuzione
Scherzi a parte
Bobina blooper
  • CreationWiki
  • Teschio Del Mar.
  • Vuoi discendere da una scimmia?
  • Domanda Evolution! - Confutazioni di CMI alle risposte alle domande da 1 a 3

101 prove per una giovane età della terra e dell'universo è un ampio elenco di argomenti per il giovane creazionismo terrestre (YEC), compilato da Don Batten nel giugno 2009 per Creation Ministries International (CMI). Il testo seguente è la versione del 26 marzo 2012.

Battenraccoglie una serie di presunte incertezzenelscienza che si occupa del passatociò potrebbe consentire di mantenere contemporaneamente la fede nella validità del metodo scientifico e l'interpretazione letterale di Libro della Genesi attraverso bias di conferma . L'apparente intento dell'articolo è aiutare gli altri creazionisti lottando con dissonanza cognitiva e da utilizzare come strumento di conversione.

Oltre a numerosi errori di fatto e alla mancata comprensione delle teorie che intende criticare, il documento soffre di una logica difettosa. UN elenco di argomenti suddivisi per errore è presentato alla fine di questa pagina.

Sebbene l'elenco affermi di avere 101 punti, molti sono solo duplicati riformulati e uno è anche una copia dell'elemento precedente. Quasi ogni link di riferimento nell'articolo originale va direttamente a fonti creazionisti o a riviste popolari di 'scienza' che supportano il creazionismo. Nei pochi casi in cui rispettabile peer-reviewed vengono citati articoli scientifici, il loro contenuto è gravemente travisato o interpretato in modo errato. In definitiva, l'articolo cerca di convincere forza dei numeri , piuttosto che forza di argomentazione.

Sommario
La scienza può dimostrare l'età della terra?
Prove biologiche : 1 - Due - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - undici
Evidenze geologiche : 12 - 13 - 14 - quindici - 16 - 17 - 18 - 19 - venti - ventuno - 22
2. 3 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33
3. 4 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44
Quattro cinque - 46 - 47 - 48 - 49 - cinquanta
Datazione radiometrica : 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61
62 - 63 - 64
Prove astronomiche : 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75
76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86
87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95
Storia umana : 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101
Argomenti rimossi
Analisi
Note a piè di pagina


Articolo originaleAnalisi

La scienza può dimostrare l'età della Terra?

Nessun metodo scientifico puòdimostrarel'età dell'universo o della terra, e questo include quelli che abbiamo elencato qui. Sebbene gli indicatori di età siano chiamati 'orologi', non lo sono, perché tutte le età derivano da calcoli che implicano necessariamente l'assunzione di ipotesi sul passato. Si deve sempre assumere l'ora di inizio dell ''orologio' così come il modo in cui la velocità dell'orologio è variata nel tempo. Inoltre, si deve presumere che l'orologio non sia mai stato disturbato.

Il creazionismo parte da un unico presupposto: che la storia della Terra sia accuratamente registrata nel Bibbia . Quindi respinge tutte le prove scientifiche che non si adattano a questa filosofia. Le ipotesi convenzionalmente utilizzate per ottenere stime scientifiche dell'età della Terra e dell'universo sembrano estremamente caute rispetto a un tale atto di fede.



Il riferimento al 'modo [i] in cui la velocità dell'orologio è variata nel tempo' è un attacco molto velato a un presupposto fondamentale della pratica scientifica, uniformitarismo , in (per amor di discussione) in contraddizione concatastrofismo. Assumendo buona fedediignoranza, questo attacco è semplicemente un'errata interpretazione dell'uniformitarismo - come presupposto scientifico, non afferma che i principali eventi dirompenti come le ere glaciali, gli impatti di meteoriti, i terremoti, le eruzioni vulcaniche e così via non siano mai accaduti (poiché molte persone vive oggi assistito o influenzato da uno o più di essi), ma piuttosto che le leggi fisiche specifiche che ne regolano le cause e gli effetti sono rimaste costanti nel tempo. Assumendo buona fededidisaccordo scientifico con l'uniformitarismo, nessuna delle teorie creazionista basate su alternative alla costanza delle leggi fisiche nel tempo può essere valida senza incontrare grossi problemi molto rapidamente; cfr.

  • c-decadimento, che richiede cambiamenti nelle proprietà fondamentali dell'universo per i quali non esistono prove;
  • idee creazionista sulla costanza del tasso didecadimento radioattivonel tempo, il che, se valido, significherebbe che l'intero pianeta è stato immerso per un bel po 'di tempo in molte più radiazioni di quanto sarebbe stato necessario per uccidere tutta la vita - problematico perché la vita, infatti, esiste ancora sulla Terra; o
  • cosmologia del buco bianco , che se corretto significherebbe che la Terra sperimenterebbe a blueshift di tutta la luce in arrivo dall'esterno del sistema solare di dimensioni così colossali da friggere la superficie del pianeta come un uovo su un marciapiede caldo.

Se non assumiamo la buona fede, sembra che CMI stia combinando un file falso dilemma con ilErrore del Nirvana- una teoria non può ancora rispondere a tutte le possibili domande, quindi l'altra dovrebbe essere accettata senza dubbio. Questa logica è sia fallace (sbagliata nel suo modello di ragionamento) che scorretta (sbagliata nei fatti con cui ragiona).


Non esiste un orologio naturale indipendente rispetto al quale queste ipotesi possano essere verificate. Ad esempio, la quantità di crateri sulla luna, basata sui tassi di crateri attualmente osservati, suggerirebbe che la luna è piuttosto vecchia. Tuttavia, per trarre questa conclusione dobbiamo presumere che il tasso di crateri sia stato lo stesso in passato come lo è ora. E ora ci sono buone ragioni per pensare che potrebbe essere stato piuttosto intenso in passato, nel qual caso i crateri non indicano affatto una vecchiaia (vedi sotto).

Le età di milioni di anni sono tutte calcolate assumendo che i tassi di cambiamento dei processi in passato fossero gli stessi che osserviamo oggi - chiamato il principio di uniformitarismo . Se l'età calcolata da tali ipotesi non è d'accordo con quello che pensano che dovrebbe essere l'età, concludono che le loro ipotesi non si applicano in questo caso e le adattano di conseguenza. Se il risultato calcolato fornisce un'età accettabile, gli investigatori lo pubblicano.

Non c'è bisogno di un `` orologio naturale indipendente '' grazie al principio che la realtà è oggettiva: se le analisi di molti campioni con metodi diversi arrivano alla stessa età, questa è una forte prova che la stima è corretta, Consulenza . Gli errori tendono ad essere casuali; affinché la stima non sia corretta, gli errori dovrebbero essere gli stessi per tutti i campioni e tutti i metodi, il che è estremamente improbabile. Una singola osservazione di una stima selvaggiamente discordante non è sufficiente per ribaltare le stime concordanti perché le osservazioni sono sempre soggette a errori e valori anomali. La mancanza di comprensione della consilienza è il motivo per cui molti creazionisti postulano a cospirazione tra i ricercatori scientifici, come fa qui l'autore.

È importante notare che i creazionisti usano spesso il termine 'uniformitarismo' in modo diverso dalla scienza moderna e insistono sul fatto che si riferisce anche a un'uniformità del tasso geologico senza riguardo per le condizioni prevalenti ben note.

L'autore fraintende il conteggio dei crateri. Non viene utilizzato per ottenere date assolute, ma per confrontare l'età di una regione con un'altra, la cui età è nota attraverso la datazione radiometrica. La sua unica ipotesi è che il bombardamento della Luna sia stato uniforme sulla sua superficie (non necessariamente nel tempo).

Assumiamo un tasso approssimativamente costante di impatti meteorici sulla Luna, con variazioni a seconda dello stadio di sviluppo del sistema solare (per esempio., il Bombardamento pesante tardivo 4 miliardi di anni fa). Tuttavia, la 'velocità aumentata' che sarebbe richiesta per produrre i crateri osservati non è realistica: se la velocità degli impatti sulla Luna fosse abbastanza alta da darle la sua superficie caratteristica in meno di 6.000 anni - il tempo creazionista standard dalla Creazione, secondo la cronologia elaborata dall'Arcivescovo James Ussher nel 1650 - ci aspetteremmo molti più crateri sulla Terra; con una presunta abbondanza di meteore che intersecano l'orbita condivisa della Terra e della Luna, aumenterebbe la credulità suggerire che qualcosa come il 99,9% di loro ha mancato l'obiettivo più grande e ha colpito quello più piccolo.


Esempi digiovaneAnche le età qui elencate si ottengono applicando lo stesso principio di uniformitarismo. I sostenitori di lunga data respingeranno questo tipo di prove per una giovane terra sostenendo che le ipotesi sul passato non si applicano in questi casi. In altre parole, l'età non è realmente una questione di osservazione scientifica, ma un argomento sulle nostre ipotesi sul passato inosservato.

Questo è parzialmente vero, ma c'è una differenza cruciale: i presupposti uniformitari della scienza hanno ragioni dietro di loro. Il tasso osservato è costante per i fenomeni utilizzati nella datazione, come ildecadimento radioattivodi potassio-40 e non esistono meccanismi noti per modificare il tasso. Tuttavia, la stragrande maggioranza dei presupposti creazionisti di uniformitarismo finisce per essere assurda perché ignora importanti meccanismi noti di variazione del tasso.

La datazione radiometrica non fornisce solo un'età per un tasso di decadimento costante presunto, ma anche un'età relativa. Confrontando, ad esempio, un 10.000 anni fossile con un 50.000 anni si mostrerà che il decadimento del carbonio-14 in quest'ultimo campione è molto più avanzato che nel primo. Credere che abbiano più o meno la stessa età richiede che due luoghi diversi siano soggetti a tassi di decadimento molto diversi. Se si trovano nello stesso punto, il problema è ulteriormente aggravato.


Le ipotesi alla base delle evidenze presentate qui non possono essere dimostrate, ma il fatto che una così vasta gamma di fenomeni diversisuggerireetà molto più giovani di quelle attualmente generalmente accettate, fornisce un valido motivo per mettere in discussione quelle età accettate (circa 14 miliardi di anni per l'universo e 4,5 miliardi di anni per il sistema solare).

In effetti, le ipotesi di molti creazionisti di tassi costanti non possono essere dimostrate, ma possono essere facilmentesmentitosottolineando i meccanismi plausibili delle variazioni di tasso. Nessuna smentita di questo tipo è disponibile per le ipotesi alla base dei metodi tradizionali di datazione.


Inoltre, un certo numero di prove, piuttosto che fornire una stima dell'età, sfidano il presupposto di un uniformitarismo lento e graduale, da cui dipendono tutti i metodi di datazione profonda.

Ciò sembra contraddire il sostegno dell'articolo all'uniformitarismo nei paragrafi precedenti.


Molti di questi indicatori per le età più giovani sono stati scoperti quando gli scienziati creazionisti hanno iniziato a ricercare cose che avrebbero dovuto 'dimostrare' lunghe età. La lezione qui è chiara: quando gli evoluzionisti lanciano qualche nuova sfida alla linea temporale della Bibbia, non preoccuparti. Presto o tardi quella presunta prova sarà capovolta e sarà persino aggiunta a questo elenco di prove per un'età più giovane della terra. D'altra parte, alcune delle prove elencate qui potrebbero rivelarsi infondate con ulteriori ricerche e dovranno essere modificate. Questa è la natura della scienza, in particolare della scienza storica, perché non possiamo fare esperimenti su eventi passati (vedi 'Non è scienza' ).

Il creazionismo della Terra giovane è unanimemente rifiutato dalla comunità scientifica.Tempo profondoe l'età di 4,5 miliardi di anni della Terra non sono ipotesi da compagnia di 'evoluzionisti', una fazione postulata di scienziati anticonformisti senza Dio - sono fatti non controversi e ampiamente accettati, con prove coerenti da più discipline. In effetti, il tempo profondo e una vecchia Terra non fanno nemmeno parte dell'evoluzione: sono questioni di geologia e cosmologia, non di biologia.

Molti scienziati che hanno scoperto prove per una Terra molto più antica del racconto biblico erano cristiani devoti e hanno sperimentato crisi di fede perché l'insistenza sul fatto che la linea temporale di 6.000 anni di Ussher fosse inviolabile ha teso consilienza.

Molti creazionisti fanno una distinzione artificiale (e fasulla) trascienza storica, o scienza che li mette a disagio escienza operativa, con cui affermano di non avere problemi.


La scienza si basa sull'osservazione e l'unico mezzo affidabile per raccontare l'età di qualsiasi cosa è la testimonianza di un testimone affidabile che ha osservato gli eventi. La Bibbia afferma di essere la comunicazione dell'unico che ha assistito agli eventi della Creazione: il Creatore stesso. In quanto tale, la Bibbia è l'unico mezzo affidabile per conoscere l'età della terra e del cosmo. Vedere Il certificato di nascita dell'universo e Cronogenealogie bibliche (tecnico). Alla fine crediamo che la Bibbia sarà confermata e coloro che negano la sua testimonianza saranno confusi.

Qui, l'affermazione è che Dio è un testimone affidabile, sebbene non abbia personalmente iscritto la Bibbia. Ciò è stato fatto per mano di molti nel corso dei secoli, con consolidatiBorsa di studio biblicaindicando enormi quantità di editing e fonti nelle leggende più antiche.

Con questa linea di ragionamento, nessuno avrebbe alcuna giustificazione per stimare l'età di un'altra persona; potrebbero sembrare anziani, ma a meno che non ti dicano la loro età o non cerchi i loro documenti di nascita, potrebbero avere sei giorni per quanto ne sai.


Prove biologiche

1

DNA in fossili 'antichi' . Il DNA estratto da batteri che dovrebbero avere 425 milioni di anni mette in discussione quell'età, perché il DNA non potrebbe durare più di migliaia di anni.

Qui viene fatto un punto valido. Sfortunatamente per loro, probabilmente non è questo il punto che intendevano fare.

All'inizio degli anni '90, alcuni furono pubblicati, affermando di aver isolato DNA da campioni risalenti a 250 milioni di anni fa. Sfortunatamente, i successivi miglioramenti tecnologici combinati con una maggiore consapevolezza dei potenziali rischi di contaminazione dei laboratori hanno sollevato notevoli dubbi sull'affidabilità degli studi.

Indipendentemente dal dubbio su questi studi su campioni estremamente antichi, è stato sequenziato il DNA di esseri umani e di altre specie risalenti a 100.000 anni fa, e vi è consenso scientifico sul fatto che i risultati siano affidabili. L'opinione corrente sostiene che l'età massima possibile per il sequenziamento del DNA non sia probabilmente superiore a 1.000.000 di anni.

Quindi, pur accettando che il sequenziamento del DNA sia probabilmente impossibile per resti di età pari o superiore a un milione di anni, è stato stabilito che il sequenziamento è affidabile per DNA molto più antico dei 6.000 anni dichiarati. Di conseguenza, questa non è una prova del giovane creazionismo terrestre.

Due

Batteri Lazzaro - i batteri resuscitati dalle inclusioni di sale presumibilmente vecchie di 250 milioni di anni, suggeriscono che il sale non ha milioni di anni. Guarda anche Saga salata .

L'isolamento dichiarato di batteri di 250 milioni di anni dai depositi di sale nel bacino del Delaware è ancora dibattuto; è accettata l'età del sale - contrariamente a quanto affermato nel secondo collegamento - ma non l'età dei batteri.

3

Il decadimento nel genoma umano dovuto a molteplici mutazioni leggermente deleterie ogni generazione è coerente con un'origine diverse migliaia di anni fa. Sanford, J.,Entropia genetica e mistero del genoma, Ivan Press, 2005; vedere recensione del libro e l'intervista all'autore in Creazione30 (4) : 45–47, settembre 2008. Ciò è stato confermato da modelli realistici della genetica delle popolazioni, che mostrano che i genomi sono giovani, nell'ordine di migliaia di anni. Vedere Sanford, J., Baumgardner, J., Brewer, W., Gibson, P. e Remine, W., Ragioniere di Mendel: un programma di genetica della popolazione in avanti biologicamente realistico, Scpe 8 (2): 147–165, 2007.

Questo argomento si riferisce a quanto affermatoCaduta dell'uomo, in cui si ipotizza che gli esseri umani siano stati tagliati fuori dalla forza vitale di Dio e che i loro genomi abbiano quindi iniziato a 'decadere'. Questo è del tutto impreciso di fatto. Non solo non ci sono prove di decadimento genetico generale, ma ci sono note recentimutazioni benefichenegli umani,per esempio., persistenza della lattasi , una mutazione che consente agli esseri umani di digerire il latte in età adulta che divenne comune in Europa circa 10.000 anni fa e separatamente nell'Africa centrale solo 3-6.000 anni fa. Il libro citato è stato scritto da John C. Sanford, che ha testimoniato alle udienze sull'evoluzione del Kansas del 2005 a sostegno di design intelligente . Né il suo libro né alcun documento che promuove il suo concetto di 'entropia genetica' è mai stato sottoposto a revisione paritaria. L'ultimo articolo collegato proviene da una rivista di informatica peer-reviewed; tuttavia, l'articolo descrive il programma per computer stesso e non rivendica alcun significato biologico per la sua produzione. La posizione attuale dell'ICR è che dopo la Creazione, le specie create si sono evolute rapidamente in un gran numero di specie dopo il Diluvio. Ciò contraddice totalmente l'affermazione dell'Entropia Genetica secondo cui dalla Creazione, le specie stanno subendo una fusione mutazionale. Per una revisione critica Revisione di The Edge of Evolution and Genetic Entropy

L'argomento si basa sul presupposto che solo lo 0,0001% delle mutazioni non neutre sia benefico. La ricerca ha spazzato via questa ipotesi. Tuttavia, uno studio del 2000 suArabidopsis thalianaha scoperto che fino alla metà delle mutazioni non neutre può essere utile. Uno studio del 2008 sull'accumulo di mutazione sul lievito ha rilevato che il 25% delle mutazioni con effetti di fitness rilevabili è benefico.

4

I dati per ' mitocondriale Eva 'sono coerenti con un'origine comune di tutti gli esseri umani diverse migliaia di anni fa.

I creazionisti e gli scienziati qui non parlano della stessa 'Eva'. I mitocondri contengonoDNA mitocondriale (mtDNA), che deriva da un punto iniziale della storia evolutiva quando i mitocondri esistevano in simbiosi con i precursori delle cellule degli animali fusi. mtDNA viene trasmesso solo dalla femmina alla sua prole. Nella cellula, il mtDNA è separato dal DNA nucleare e non viene ricombinato durante la divisione cellulare. Pertanto, nonostante la mutazione del mtDNA in un particolare individuo, è possibile rintracciare tutti gli esseri umani indietro nel tempo attraverso l'ascendenza matrilineare fino a un singolo ' Eva mitocondriale '. Si pensa che 'Eva mitocondriale' sia vissuta da 170.000 a 200.000 anni fa, il che è del tutto coerente con le scale temporali evolutive umane e con una vecchia Terra - e in contrasto con l'affermazione di una Terra di 6.000 anni.

A differenza della vigilia della Bibbia, Eva mitocondriale non fu la prima donna umana; lei è laantenato comune matrilineare più recentedi tutte le persone che vivono oggi. Ciò non implica che fosse l'unica donna in circolazione in quel momento, ma solo che le linee mitocondriali di tutte le altre donne in vita in quel momento furono interrotte ad un certo punto, o perché non avevano figli o perché avevano solo figli maschi. Quindi non c'è niente di particolarmentespecialedi lei. Eve mitocondriale ha dovuto ereditare il suo mtDNA da sua madre, dopotutto, e sua madre l'ha ereditato da sua nonna, ecc., Fino al primo mitocondrio nella prima cellula eucariotica.

Infine, la geografia che porta i biologi alle loro conclusioni sull'origine di Eva mitocondriale (in Africa orientale) è una confutazione più o meno conclusiva dell'affermazione del Giardino dell'Eden come presente in quello che oggi chiamiamo Medio Oriente. Questa non è necessariamente una prova contro una giovane Terradi per sé, ma in effetti aproblema per la fede di CMI nell'inerranza biblica.


5

Variazione molto limitata nella sequenza del DNA sull'uomo Cromosoma Y nel mondo è coerente con un'origine recente dell'umanità, migliaia non milioni di anni.

A differenza della maggior parte del DNA, il cromosoma Y viene ereditato solo dal padre, il che significa che tutto il DNA sul cromosoma Y umano può essere ricondotto a un singolo antenato maschio comune più recente. Quel maschio avrebbe ereditato il suo cromosoma Y da suo padre, che lo ha ereditato dail suopadre, ecc. L'esistenza di un Adam cromosomico Y non significa che ci fosse un solo uomo vivo a quel tempo, ma piuttosto che i lignaggi esclusivamente maschili di tutti gli altri uomini vivi in ​​quel momento sono stati spezzati - o dall'assenza di figli o dall'avere solo figlie. L'unico fattore che influenza il DNA sul cromosoma Y è la mutazione, quindi misurare i tassi di mutazione ed estrapolarli all'indietro può fornire una stima di quando è vissuto questo antenato maschio comune più recente: non meno di 60.000 anni fa, e forse fino a 340.000 anni fa - primaHomo sapiens. Questa è una provacontrouna creazione negli ultimi mille anni.

Si noti che le stime dell'età per Eva mitocondriale e il cromosoma Y Adamo non sono particolarmente vicine; non c'è motivo di sospettare che lo sarebbero. Anche nel racconto biblico del Diluvio, Noè sarebbe il cromosoma Y 'Adamo', poiché nessun altro maschio è sopravvissuto al diluvio tranne i figli di Noè. Anche nel creazionismo, l'origine dell'umanità e la datazione del cromosoma Y Adamo non hanno davvero nulla a che fare l'una con l'altra.

6

Molte ossa fossili 'datate' a molti milioni di anni sono a malapena mineralizzate, se non del tutto. Vedi, ad esempio, Le ossa di dinosauro, quanti anni hanno davvero?

Non è necessario remineralizzare le ossa fossili: ossa e denti sono naturalmente costituiti da un minerale ( apatite , che è in gran parte fosfato di calcio ) in primo luogo, quindi avere qualche possibilità di conservazione. E questo lascia ancora ossa fossili chesiamorisaliva a molti milioni di anni fasono statomineralizzato. Altre parti dure, come i gusci, sono formate da carbonato di calcio (calcite o aragonite) e si possono ritrovare pressoché invariate dalla deposizione fino al Cambriano.

Le ossa di dinosauro risalgono a 235 milioni di anni fa. Ci sono state e probabilmente continueranno ad esserci controversie tra i paleontologi sulla datazione di fossili specifici. Tuttavia, queste controversie sono della forma '150 milioni di anni contro 200 milioni di anni', e certamente non '6000 anni contro 200 milioni di anni'.

7

Cellule del sangue di dinosauro, vasi sanguigni , proteine ( emoglobina , osteocalcina , collagene ) non sono coerenti con la loro presunta età, ma hanno più senso se i resti sono giovani.

Le affermazioni di proteine, DNA o qualsiasi altro materiale biologico estratto dai resti di dinosauri sono, generosamente parlando, altamente dubbie. Le prove a sostegno di tali affermazioni includono sostanze contenenti ferro che teoricamente rappresentano i composti dell'eme trovati nel midollo osseo. Gli avversari sostengono che un certo 'dinosaurotessuti soffici'potrebbe benissimo essere un recente sedimento batterico. Tuttavia, potrebbe rimanere materiale sufficiente per elaborare alcune strutture proteiche. Nel 2018, Jakob Vinther e altri paleontologi hanno scoperto che i fossili contengono popolazioni microbiche più grandi di quelle circostanti. Ciò indica che i tessuti molli trovati con fossili di dinosauro appartengono a microbi e non al dinosauro. Affermano che la loro analisi chimica e strutturale indica anche che il tessuto trovato con le ossa di dinosauro non appartiene effettivamente al dinosauro fossilizzato, ma ai microbi. La giuria è ancora fuori se questa sia una cosa.

Una lettura dei giornali stessi mostra che i creazionisti spesso ingannano il loro pubblico esagerando la quantità di tessuto trovato.

8

Mancanza di 50:50 racemizzazione degli amminoacidi nei fossili 'datato' a milioni di anni fa, mentre la racemizzazione completa avverrebbe in migliaia di anni.

Racemizzazione degli amminoacidi la datazione è una tecnica che utilizza il rapporto tra isomeri di amminoacidi per datare oggetti fossilizzati fino a diversi milioni di anni nel passato. Misurare la racemizzazione dell'amminoacido isoleucina, ad esempio, può datare oggetti fino a diversi milioni di anni fa, come non plausibili.

Sebbene sia vero che può esserci una grande variabilità nella velocità con cui gli amminoacidi subiscono la racemizzazione, i cambiamenti di umidità, temperatura e acidità necessari per rendere i campioni più antichi conosciuti conformi a una Terra giovane (6.000 anni o meno) sono completamente irrealistici .

9

Fossili viventi - meduse, graptoliti,celacanto, stromatoliti, pino Wollemi e altre centinaia. Il fatto che molte centinaia di specie possano rimanere così invariate, anche fino a miliardi di anni nel caso delle stromatoliti, parla contro i milioni e miliardi di anni che sono reali.

Le meduse sono effettivamente cambiate, così come i celacanti: non sono affatto la stessa specie, come afferma l'autore. Appartengono semplicemente allo stesso ordine : pensa 'primati', non 'Homo sapiens', per esempio. Delle forme di vita fornite come esempi, solo il pino di Wollemi è unspecie, e non così vecchio come affermato.

Le 'molte centinaia di specie' sono su milioni di specie. Solo una piccola percentuale di specie fossili ha controparti moderne.

Il punto chiave, tuttavia, è che i 'fossili viventi' non sono cambiati moltoperché erano ben adattati a un ambiente stabile. Questo argomento presume anche che gli unici cambiamenti siano morfologici: l'evoluzione include anche cambiamenti biochimici, cambiamenti comportamentali e altri che non sono conservati nella documentazione fossile.

L'evoluzione non dà alle creature una data di scadenza. L'unica cosa che determina se una specie sopravviverà è la sua capacità di sopravvivere e riprodursi nel suo ambiente meglio di altre specie, non un numero arbitrario di anni.

10

Sequenze fossili discontinue. Per esempio. Celacanto , Pino Wollemi e vari fossili 'indice', che sono presenti in strati presumibilmente antichi, mancanti in strati che rappresentano molti milioni di anni da allora, ma che vivono ancora oggi. Tali discontinuità parlano contro l'interpretazione delle formazioni rocciose come vaste ere geologiche: come avrebbero potuto i Celacanti evitare di essere fossilizzati per 65 milioni di anni, per esempio? Vedere L ''effetto Lazzaro': la 'resurrezione' dei roditori!

La fossilizzazione è un evento raro. I fossili marini sono ancora più rari perché iniziano sul fondo del mare, dove sono inaccessibili. Quel fondo marino deve essere sollevato e trasformato in terraferma attraverso processi geologici prima che gli esseri umani possano trovare i fossili che contiene.

Il motivo per cui i fossili di celacanto sono praticamente scomparsi dai reperti fossili circa 65 milioni di anni fa è che non ci sono luoghi in cui avrebbero potuto essere fossilizzati e sollevati. Vivevano sul fondo dei mari di Tethyan (Oceano Indiano, Mediterraneo, Mar Nero). Un paio di milioni di anni dopo il Disastro K-T (o estinzione K-Pg) , il mare di Teti era quasi completamente chiuso. Il Mediterraneo era ora un mare molto meno profondo e il segmento dell'Oceano Indiano era diventato poco profondo dopo l'urto con il subcontinente indiano. Le specie in questa zona si sono estinte, incapaci di adattarsi alla riduzione del loro habitat. Dopo questo, non ci sarebbe stato alcun sollevamento tettonico nella regione, il che significa che i fossili di celacanto sarebbero stati in profondità nel fondo dell'oceano. Il celacanto indonesiano non è stato fossilizzato a causa di condizioni simili. Nella loro posizione si formarono delle trincee che consentivano il trasferimento dei celacanti, che furono poi intrappolati nelle acque indonesiane. Le trincee sono diventate costantemente più grandi e la nuova terra non viene sollevata, il che significa che i fossili non possono raggiungere la superficie.

Un indice fossile è una specie usata come indicatore dai paleontologi come comodità lavorativa. L'affermazione creazionista (errata) che i celacanti fossero un indice fossile ha origine Kent Hovind , che descrive erroneamente cos'è un fossile indice e confonde i celacanti con i graptoliti, un errore simile a confondere i trilobiti con i procioni.

Gli articoli collegati suggeriscono che i fossili furono tutti deposti durante ilGrande diluvio. Questo non spiega perché i dinosauri (diversi da uccelli ) si trovano solo negli strati inferiori, emai(non solo raramente) trovato negli strati superiori.

Se il diluvio fosse adatto per la creazione di fossili come è descritto, dovrebbe esserciDi piùfossili di quelli che effettivamente troviamo. Il meccanismo descritto fossilizzerebbe gran parte di tutto ciò che viveva in quel momento. Ci aspetteremmo anche di trovare animali moderni, come le mucche, nella documentazione sui fossili. L'interpretazione dei dati da parte dell'autore non è coerente con il suo modello dichiarato.


undici

Il età degli organismi viventi più antichi del mondo, alberi , sono coerenti con un'età della terra di migliaia di anni.

Il più antico viventeindividualegli alberi sono più giovani di 6.000 anni - ma dendrocronologia , approvato dall'articolo collegato, non si limita allo studio di un singolo albero. Poiché lo spessore degli anelli varia a seconda delle condizioni meteorologiche durante ogni stagione, i modelli di anelli degli alberi possono essere abbinati tra alberi vivi e morti, estendendo il record oltre la durata di un singolo albero. In luoghi adatti, il record è stato esteso in questo modo a circa 11.000 anni prima del presente. Pertanto, anche i tronchi degli alberi - che danno date esatte a un solo anno - sono in contrasto con una linea temporale biblica.

Indipendentemente dall'età dei singoli alberi, Pando , una massiccia colonia clonale di pioppo nello Utah verificato da marcatori genetici come un singolo organismo monolitico - con un peso di 6.000 tonnellate, di gran lunga il più pesante sulla Terra - ha un limite inferiore sulle sue proiezioni di età di 80.000 anni e potrebbe essere altrettanto vecchio come un milione di anni.

L'attuale opinione scientifica è che gli organismi viventi più antichi sono le fanerogame marine, non gli alberi, e l'esempio più antico conosciuto ha un'età compresa tra 80.000 e 100.000 anni.


Evidenze geologiche

12

Mancanza di fossili vegetali in molte formazioni contenenti abbondanti fossili di animali / erbivori . Ad esempio, la Morrison Formation (Jurassic) nel Montana. VedereOrigini ventuno (1): 51–56, 1994. Anche l'arenaria di Coconino nel Grand Canyon ha molti sentieri (animali), ma è quasi priva di piante. Implicazione: queste rocce sonononecosistemi di un'epoca sepoltasul postonel corso di eoni di tempo come affermano gli evoluzionisti. Le prove sono più coerenti con il trasporto catastrofico che con la sepoltura durante il massiccio diluvio globale dei giorni di Noè. Questo elimina le presunte prove per milioni di anni.

Le piante sono quasi esclusivamente tessuti molli, quindi la maggior parte dei loro resti decade molto rapidamente. Gli animali, d'altra parte, hanno ossa (e denti, e conchiglie, ecc.) - E queste sono le parti che si fossilizzano più facilmente. I 'binari' sono realizzati solo in sedimenti umidi che sono per lo più privi di vegetazione in primo luogo. A causa della natura transitoria delle tracce, nessun geologo moderno insiste sul fatto che siano state sepolte nel corso di eoni. Riconoscono tutti che si è verificato un evento speciale che ha coperto le tracce, il che non implica un'alluvione globale, ma solo un evento locale su piccola scala. Se le tracce fossero sepolte in situ per eoni, la Terra ne sarebbe ricoperta.

L'arenaria di Coconino mostra ampie prove che si sia formata da dune di sabbia del deserto portate dal vento, come tracce chiare di piccoli insetti e increspature del vento. I deserti di sabbia non hanno molte piante.

13

Strati spessi, strettamente piegati senza segno di fusione o frattura. Per esempio. il Kaibab upwarp nel Grand Canyon indica un rapido ripiegamento prima che i sedimenti avessero il tempo di solidificarsi (i granelli di sabbia non si sono allungati sotto stress come ci si aspetterebbe se la roccia si fosse indurita). Ciò cancella centinaia di milioni di anni di tempo ed è coerente con la formazione estremamente rapida durante il diluvio biblico. Vedere Terra deformata (scritto da un geofisico).

Questo si riferisce all'idea creazionista dideformazione dei sedimenti molli(che non ha alcuna relazione con il termine l 'uso in geologia).

Ciò che sta accadendo è una deformazione duttile. Quella che ci sembra 'roccia solida' è in realtà 'plastica' con tempi e condizioni geologiche: sotto stress o sollecitazioni a lungo termine, queste strutture cristalline possono deformarsi in forme contorte. E, naturalmente, molte rocce si fratturano a causa del piegamento.

La spiegazione creazionista non riesce a spiegare

  • formazione di pieghe su larga scala e per l'incapacità dei sedimenti umidi di formare pieghe estremamente strette. Se il meccanismo del sedimento umido fosse responsabile della formazione delle pieghe, il sedimento crollerebbe sul fondo e quindi la piega sarebbe più sottile al culmine (cresta), con i lati (arti) che aumenterebbero di spessore fino alla depressione. Ciò è contrario alle osservazioni: i cardini sono più spessi e gli arti sottili.
  • la presenza di rocce sedimentarie chimiche e biochimiche piegate, che vengono litificate (trasformate in roccia) istantaneamente sul fondo dell'oceano e non sono mai costituite da sedimenti umidi.
  • strati ribaltati dall'attività tettonica.

Le ardesie viola del Galles del Nord contengono spesso scolorimenti verde chiaro da sfere di riduzione ferrosa che si sono formate attorno ai nuclei di ferro; questi sono deformati in ovali lunghi e sottili, che sono la prova del ripiegamento dopo che la roccia si è litificata.

Non è chiaro come il fatto che i granelli di sabbia di quarzo duro non fossero allungati sia rilevante in questo caso. Stiamo parlando di una vasta struttura geologica lunga 400 km che è stata sollevata di 1,6 km. I cambiamenti nelle dimensioni dei granelli di sabbia non sarebbero rilevabili, soprattutto perché non avrebbero avuto dimensioni perfettamente uniformi, per cominciare.

14

Fossili di polistrato - tronchi d'albero nel carbone (Auracariaspp. re billy pines, sedano top pines, in carbone dell'emisfero meridionale ). Ci sono anche tronchi d'albero in polistrato nel Foreste fossilizzate di Yellowstone e Joggins, Nuova Scozia e in molti altri posti. Tronchi di licopodi fossilizzati in polistrato si trovano in carbone dell'emisfero settentrionale , indicando ancora una rapida sepoltura / formazione del materiale organico che è diventato carbone.

Questo è, infatti, ben compreso. Gli alberi in determinate condizioni vengono sepolti in uno strato di morbida roccia sedimentaria. Quando il legno decade, la sua struttura cellulare viene sostituita da minerali precipitati dalla percolazione delle acque sotterranee e si pietrifica. Tuttavia, questi minerali fossilizzanti sono duri così che in seguito, quando la roccia sedimentaria circostante più morbida si consuma, lascia un 'foresta pietrificata'. Altri sedimenti vengono poi depositati intorno a questi alberi fossilizzati e successivamente diventano strati di nuova roccia nel tempo.Ecco! Alberi fossili che si estendono attraverso strati datati decine o centinaia di migliaia di anni più tardi degli alberi morti.

quindici

Gli esperimenti dimostrano che con condizioni che imitano le forze naturali, il carbone si forma rapidamente ; in settimane per la lignite a mesi per il carbone nero. Non ha bisogno di milioni di anni. Inoltre, lunghi periodi di tempo potrebbero essere un ostacolo alla formazione di carbone a causa della maggiore probabilità di permineralizzazione del legno, che ostacolerebbe la coalificazione.

Puoi scavare una buca in due minuti con una pala, ma ciò non significa che tutte le buche si siano formate in così poco tempo, specialmente quelle formate da processi naturali. Anche supponendo che la coalificazione possa avvenire rapidamente in determinate circostanze (vulcanismo che mescola argille con materia organica nella proporzione corretta, quindi fornisce calore invariabile sopra il punto di ebollizione dell'acqua per molti mesi), non si può quindi presumere che tutto il carbone sia formato da questo particolare metodo, che richiede condizioni molto specifiche, compreso il carbone prima stato interrato a una profondità considerevole. Tutti i depositi di carbone sarebbero associati a quantità significative di sedimenti vulcanoclastici, cosa che non sono. La datazione degli strati di carbone di solito mostra che hanno centinaia di milioni di anni.

16

Gli esperimenti dimostrano che con condizioni che imitano le forze naturali, l'olio si forma rapidamente ; non ha bisogno di milioni di anni, coerente con un'età di migliaia di anni.

Di nuovo, se il petroliopuòsi formano rapidamente (assumendo il tempo necessario affinché le materie prime raggiungano le condizioni adeguate), non segue tutto questodoveresi formano rapidamente e, inoltre, non ne consegue che ci sia un limite di età inferiore per la Terra.

17

Gli esperimenti dimostrano che con condizioni che imitano le forze naturali, gli opali si formano rapidamente , nel giro di poche settimane, non milioni di anni, come era stato affermato.

L'articolo collegato parla di Len Cram, un esperto di opali che afferma di poter coltivare opali. Afferma che gli opali di Cram sono stati esaminati dal CSIRO e trovato essere indistinguibile dagli opali naturali. Ma Cram nega che alcuna analisi scientifica sia stata fatta sui suoi opali, e in particolare né dal CSIRO né dal Gemological Institute of America. Né ha rivelato il suo metodo affinché altri lo controllassero.

Il problema principale, ovviamente, è che sebbene gli opali possano formarsivelocemente, questo non implica in alcun modo che si siano formatirecentemente- Gli opali si formano contemporaneamente ai sedimenti in cui si trovano e le rocce circostanti sono datate a 100-150 milioni di anni.

18

Prove per la formazione rapida e catastrofica di giacimenti di carbone parla contro le centinaia di milioni di anni normalmente rivendicati per questo, comprese le cuciture a forma di Z che indicano un singolo evento deposizionale che produce questi strati.La formazione e la distorsione dei giacimenti di carbone sono facilmente spiegabili da processi geologici (lenti) accettati. Vedere,per esempio.,Geologia del carbonedi Larry Thomas, che spiega la piegatura del giacimento di carbone.

L'articolo collegato afferma che l'alluvione di Noè 'avrebbe sradicato l'intera biosfera pre-Diluvio e la seppellita con enormi quantità di sabbia e fango' e afferma correttamente che 'Le giaciture di carbone si verificano all'interno di spessi strati di argilla, sabbia e lava basaltica, formano una sequenza di rocce di 700 metri (2.300 piedi) '. Ma ci sono più giunzioni intercalate da strati ben definiti di altri materiali, il che indica che sono stati formati da un processo ciclico piuttosto che da un singolo evento, eppure 'C'è stato solo un diluvio globale'.

Qualsiasi catastrofica mescolanza di vegetazione, roccia e acqua avrebbe - a seconda delle proporzioni relative - o avrebbe prodotto depositi simili a una gigantesca `` torta di frutta '', con ingredienti più o meno uniformemente distribuiti, o una singola sequenza di strati differenziati con le particelle più pesanti a il fondo e la vegetazione più chiara vicino alla sommità ricoperta dalla finissima argilla. Non avrebbe prodotto 'tre gruppi di giacimenti di carbone principali, separati e coperti da argille e sabbie'.

In ogni caso, una possibile formazione rapida della cucitura non precluderebbe la formazione lenta della cucitura.

Inoltre, consideriamo l'affermazione che viene fatta qui nel contesto più ampio. L ''intera biosfera pre-Diluvio' è stata strappata e sepolta. Ciò significa che non c'è ciboqualunque cosaper gli erbivori della barca di Noè da mangiare, e nient'altro che quegli erbivori per i carnivori da mangiare. Come ha fatto esattamentenullasopravvivere in una tale terra desolata?

19

Prove per rapida pietrificazione del legno parla contro la necessità di lunghi periodi di tempo ed è coerente con un'età di migliaia di anni.

Vedere #quindici . Le prove fornite per una rapida pietrificazione naturale sono costituite principalmente da aneddoti. Il metodo artificiale di 'pietrificazione istantanea' non ha nulla a che fare con la pietrificazione naturale. Si tratta di immergere il legno in acido cloridrico e metasilicato di sodio (che non si trova in natura) quindi cottura in forno a 1400 ° C.

venti

Dighe e tubi clastici (intrusione di sedimenti attraverso la roccia sedimentaria sovrastante) mostrano che gli strati rocciosi sovrastanti erano ancora molli quando accadde. Ciò comprime drasticamente la scala temporale per la deposizione degli strati rocciosi penetrati. Vedi, Walker, T., Tubi di fluidificazione: prova di catastrofe acquosa su larga scala ,Journal of Creation (TJ) 14 (3): 8-9, 2000.

Ciò è effettivamente errato. UN diga clastica , un'intrusione di sedimenti nelle fessure negli strati rocciosi più duri, non implica che la roccia sia stata intrusa quando era morbida, ma che si è spezzata quando era dura,per esempio., durante un terremoto. Se il sedimento fosse stato soffice, avrebbe mostrato segni di deformazione nella direzione dell'intrusione.


ventuno

Conformità para (pseudo) - dove uno strato roccioso si trova sopra un altro strato roccioso ma con presumibilmente milioni di anni di tempo geologico mancanti, tuttavia il piano di contatto manca di qualsiasi erosione significativa; vale a dire, è un 'gap piatto'. Per esempio. Arenaria di Coconino / scisto eremita nel Grand Canyon (presumibilmente un intervallo di tempo di 10 milioni di anni). Si trova la spessa Formazione di Schnebly Hill (arenaria)frail Coconino e l'Eremita nell'Arizona centrale. Vedere Austin, S.A.,Grand Canyon, monumento alla catastrofe,ICR, Santee, CA, USA, 1994 e Snelling, A., Il caso del tempo geologico 'mancante' ,Creazione 14 (3): 31–35, 1992.

Tutto questo è ben compreso in geologia. L'arenaria della formazione di Schnebly Hill si è erosa nella regione del Grand Canyon, ma non più a sud in Arizona. Entrambe le regioni furono successivamente ricoperte di scisto eremita. L'argomentazione sulla 'distanza piatta' (mancanza di erosione sulla superficie di contatto) si basa sui risultati di una spedizione creazionista che indaga sui cartelli del Park Service, nonché citazione mining . Ha gli stessi problemi di # 2. 3 .

Inoltre, non tutti gli ambienti formano nuovi strati di sedimenti. In molti luoghi della Terra si può camminare su antiche rocce vecchie di miliardi di anni. Se tali aree fossero successivamente ricoperte da sedimenti, avremmo una paraconformità.

22

La presenza di segni effimeri (segni di gocce di pioggia, segni di increspatura, tracce di animali) ai confini delle paraconformità mostrano che lo strato roccioso superiore si è depositato immediatamente dopo quello inferiore, eliminando molti milioni di 'gap' di tempo. Vedi riferimenti in Per (pseudo) conformità .

Vero: questi segni sono conservati solo da eventi rari come i flussi di lava, il che spiega la loro grande rarità. Ancora una volta, l'errore è l'assunto che la rapidità di alcune deposizioni significhi la rapidità di tutte le deposizioni.

Inoltre, ci si aspetterebbe che un'alluvione mondiale, che i creazionisti sostengono sia stata abbastanza violenta da erodere quasi tutte le formazioni geologiche - compresa la formazione del Grand Canyon - per aver cancellato completamente qualsiasi segno effimero.

I segni effimeri sono in realtà un problema per i creazionisti perché devono essere completamente antidiluviani o postdiluviani; non potevano essersi formati durante il diluvio stesso. Il fatto che questi segni si verifichino nei sedimenti all'interno di presunti depositi di inondazione fornisce una contraddizione intrinseca e rende impossibile per loro dire quale fosse il livello più basso di rocce prima del Diluvio. Inoltre, i segni delle gocce di pioggia potrebbero persino essere considerati provecontroun diluvio in quanto devono essere cotti al forno prima di essere ricoperti da ulteriori sedimenti.

2. 3

L'interconnessione di strati adiacenti che sono presumibilmente separati da milioni di anni elimina anche molti milioni di anni di presunto tempo geologico. Il caso del tempo geologico 'mancante' ; Interbedding degli strati del Mississippiano e del Cambriano: interruzione di 200 milioni di anni in questione,CRSQ 2. 3 (4): 160–167.

L'idea alla base di questa affermazione è che gli strati del Mississippiano e del Cambriano si trovano 'uno accanto all'altro' nel Grand Canyon in modo tale che non vi siano interruzioni apparenti. Ciò 'proverebbe' che non c'è stato alcun intervallo di tempo tra quello che i geologi hanno scoperto essere di circa 200 milioni di anni.

Il problema più grande con questo è che nessun altro ha trovato questa connessione incrociata o laterale di strati. Le uniche persone che lo riferiscono sono un singolo gruppo di cinque ricercatori creazionisti che hanno visitato nel 1986. Invece di usare procedure geologiche standard per identificare quali strati corrispondevano a quale periodo, hanno usato un segno del Servizio del Parco, lenti manuali e colorazione. Convenzionalmente, gli scienziati utilizzano una serie di proprietà e strumenti che esaminano le qualità della roccia, i fossili nella roccia e la composizione chimica per assegnare periodi a uno strato. I ricercatori creazionisti non hanno fatto nulla di tutto questo. Ancora più importante, nessun altro è stato in grado di vedere questo effetto o replicare i risultati nei quasi 30 anni da quando questo è stato inizialmente pubblicato.

24

Il mancanza di bioturbazione (buchi dei vermi, crescita delle radici) alle paraconformità (spazi piatti) rafforza la mancanza di tempo in cui i geologi evoluzionisti inseriscono molti milioni di anni per costringere le rocce a conformarsi alla scala temporale 'data' di miliardi di anni.

Il collegamento non menziona affatto la bioturbazione alle paraconformità. Invece, prende in giro un articolo inLo scetticocriticare l'interpretazione creazionista di una morfologia in Australia. (Certo, l'articolo non sembra perfetto.) Menziona 'tronchi d'albero verticali' sepolti nell'arenaria, che gli stessi creazionisti sono stati costretti ad ammettere essere in realtà insolite concrezioni di ferro.

Anche ignorando ciò, i segni di bioturbazione tendono a essere distrutti nel processo di litificazione, la trasformazione del suolo sepolto e dei sedimenti in roccia. Niente è sorprendente in questo.

Inoltre, il fatto che i wormhole e la crescita delle radici esistano in diversi strati stratigrafici è la prova di sequenze deposizionali separate piuttosto che un singolo evento di inondazione.

La frase 'geologo evoluzionista' è semplicemente sciocca. L'evoluzione è una teoria in biologia, non in geologia, quindi questo è l'equivalente di chiamare qualcuno un 'chimico gravitazionale'.

25

La quasi totale mancanza di strati di terreno chiaramente riconoscibili ovunque nella colonna geologica. I geologi affermano di aver trovato molti terreni 'fossili' (paleosol), ma questi sono abbastanza diversi dai suoli odierni, privi delle caratteristiche che caratterizzano gli orizzonti del suolo; caratteristiche che vengono utilizzate per classificare diversi terreni. Ognuno che è stato studiato a fondo dimostra di mancare delle caratteristiche di un terreno adeguato. Se il 'tempo profondo' fosse corretto, con centinaia di milioni di anni di vita abbondante sulla terra, molte volte avrebbero dovuto esserci ampie opportunità per la formazione del suolo. Vedere Klevberg, P. e Bandy, R.,CRSQ 39 : 252-68;CRSQ 40 : 99–116, 2003; Walker, T., Paleosols: scavare più in profondità 'sfida' alla geologia delle inondazioni ,Journal of Creation 17 (3): 28–34, 2003.

L'articolo collegato risponde a un saggio di Joe Meert, che mostra una foto di un paleosol e afferma che l'affermazione creazionista di mancanza di veri paleosol non è altro che negazione. La spiegazione creazionista è eccessivamente artificiosa e basata su una singola foto a bassa risoluzione interpretata senza ulteriori indagini. Da allora Meert ha risposto all'articolo collegato con una confutazione dettagliata, sottolineando che le critiche sono per lo più uomini di paglia o fuori questione.

26

Estensione limitata delle non conformità (non conformità: una superficie di erosione che separa gli strati più giovani dalle rocce più vecchie). Le superfici si erodono rapidamente (ad esempio Badlands, South Dakota), ma ci sono discrepanze molto limitate. C'è la 'grande discordanza' alla base del Grand Canyon, ma per il resto ci sarebbero presumibilmente circa 300 milioni di anni di strati depositati in cima senza alcuna incongruenza significativa. Ciò è ancora coerente con un tempo molto più breve di deposizione di questi strati. Vedere Per (pseudo) conformità .

Badlands sono luoghi in cui i sedimenti molli privi di vegetazione ricevono piogge rare ma intense e hanno tassi di erosione molto elevati. Non sono un paesaggio tipico sotto questo aspetto. Il punto del resto dell'argomentazione non è abbastanza chiaro per rispondere.

Il collegamento fornito in #ventuno contraddice l'affermazione qui di una sola non conformità nel Grand Canyon - accetta che ce ne siano cinque.

27

La quantità di sale in Il lago più antico del mondo contraddice la sua presunta età e suggerisce un'età più coerente con la sua formazione dopo il diluvio di Noè, che è coerente con una giovane età della terra.

L'articolo riguarda il lago Eyre, che non è il lago più antico della Terra. In effetti, è considerato relativamente recente. Si ritiene che il lago più antico sia l'uno o l'altro lago Baikal con un'età ampiamente accettata di 25-30 milioni di anni, o potenzialmente Lago Zaysan in Kazakistan con un'età controversa di 65 milioni di anni.

L'articolo collegato contiene incomprensioni del documento a cui fa riferimento: il documento stima il contenuto di sale nel filebacinodel lago (l'intera superficie che defluisce nel lago), non nel lago stesso. Il documento afferma inoltre chiaramente che le sue cifre sono ipotesi, basate sulla stima del cloruro di sodio nel bacino idrografico e su come sia evidentemente responsabile della maggior parte della salinità del lago. In nessun modo 73.000 anni sono un consenso ufficiale su quanti anni abbia il lago Eyre, né quanto tempo ci sia voluto perché il sale si accumulasse nel lago. La determinazione del tempo impiegato per l'accumulo del contenuto di sale complessivo del Lago Eyre può essere fatto solo attraverso speculazioni, poiché la salinità del Lago Eyre varia in conseguenza di una varietà di condizioni.

28

La scoperta che le frane sottomarine ('correnti di torbidità') che viaggiano a una velocità di circa 50 km / h possono creare enormi aree di sedimenti nel giro di poche ore (Press, F., e Siever, R.,Terra, 4 ed., Freeman & Co., NY, USA, 1986). I sedimenti che si pensava si fossero formati lentamente nel corso di eoni di tempo vengono ora riconosciuti come essersi formati estremamente rapidamente. Vedi ad esempio, Una tillite classica riclassificata come colata detritica sottomarina (Tecnico).

Le correnti di torbidità non 'creano' sedimenti dal nulla; si muovono solo intorno ai sedimenti più vecchi non consolidati. Non è molto chiaro come questo costituisca un qualsiasi tipo di prova per una giovane Terra.

L'articolo collegato scelte di ciliegie una singola pubblicazione che presenta la prova che un deposito specifico di ciò che si presumeva fosse macerie glaciali potrebbe effettivamente essere un sedimento depositato da correnti di torbidità. Sulla base di questa pubblicazione, l'autore dichiara che le ere glaciali non si sono verificate e tutte le prove geologiche per esse non sono valide. Chiaramente, questa generalizzazione eccessiva è assurda e ignora completamente altri tipi di prove per ere glaciali , come massi irregolari, cambiamenti nella distribuzione delle specie osservate nella documentazione sui fossili o nella registrazione della temperatura da carote di ghiaccio.


29

La ricerca sui serbatoi di flume con sedimenti di diverse dimensioni delle particelle mostra che strati di roccia stratificata che si pensava si fossero formati per lunghi periodi di tempo nei letti dei laghi in realtà si formarono molto rapidamente. Anche gli spessori precisi degli strati delle rocce sono stati duplicati dopo che sono stati macinati nelle loro particelle sedimentarie e attraversati il ​​canale. Vedere Esperimenti di stratificazione di miscele di sabbia eterogenee , Esperimenti di sedimentazione: la natura finalmente raggiunge! e Sandy Stripes Molti strati significano molti anni?

Questi esperimenti mostrano semplicemente che la sabbia composta da granelli di varie dimensioni può produrre caratteristiche chesuperficialmenteassomigliano a strati di sedimentazione. In geologia, l'aspetto da solo non è sufficiente. Lo stesso tipo di argomento, basato sulla somiglianza percepita, è fatto in # 30 .

30

Esempi osservati di rapida formazione di canyon; per esempio, Providence Canyon nel sud-ovest della Georgia, Burlingame Canyon vicino a Walla Walla, Washington e Lower Loowit Canyon vicino a Mount St Helens. La rapidità della formazione di questi canyon, che sembrano simili ad altri canyon che presumibilmente hanno impiegato molti milioni di anni per formarsi, mette in discussione la presunta età dei canyon che nessuno ha visto formare.

I canyon possono formarsi rapidamente, specialmente nei depositi vulcanici e alluvionali menzionati nell'articolo; tuttavia, questo non significa chetutticanyon formati rapidamente o di recente.

'Sembra simile' non è sufficiente in geologia, dove solo 'guardare' non fornisce informazioni sufficienti per comprendere la formazione e le proprietà fisiche dei suoli e delle rocce in questione.


31

Esempi osservati di rapida formazione e maturazione dell'isola, come Surtsey , che confonde l'idea che tali isole impieghino lunghi periodi di tempo per formarsi. Guarda anche, Tuluman: una prova del tempo .

Surtsey è un vulcano; non tutte le isole sono vulcani. Il percorso della Gran Bretagna verso l'isola ha coinvolto un enorme lago che è esploso dalle sue sponde migliaia di anni fa, tagliando via i depositi di gesso che lo collegavano all'Europa. Altre isole come lo Sri Lanka e Cuba si sono formate quando l'innalzamento del livello del mare le ha isolate dalla terraferma. Tuttavia, altre isole, come la Nuova Zelanda e il Madagascar, si sono formate quando il movimento delle placche tettoniche le ha tagliate fuori da masse continentali precedentemente adiacenti (cioè Australia e India, rispettivamente).

Catene di isole vulcaniche formate dal movimento delle placche su hotspot crostali (per esempio., Hawaii, Galápagos) mostrano un aumento dell'erosione dal più recente (cioè, attivo) dall'estremità della catena all'estremità precedente. Ciò dimostra che le isole sono esistite e sono state alterate per periodi di tempo significativamente diversi, il che non si adatta al recente scenario di creazione secondo cui sono state create nello stesso periodo con la maggior parte dell'erosione dovuta alle inondazioni.

32

Tasso di erosione delle coste , orizzontalmente. Per esempio. Beachy Head, Regno Unito, perde un metro di costa al mare ogni sei anni.

Presumibilmente, questo significa che tutta la terra sarebbe stata erosa nell'oceano se la Terra fosse vecchia.

La terra persa dalle coste, tuttavia, non necessariamente scompare ma viene spesso depositata altrove. Per esempio, Segale, East Sussex , una città nella stessa contea di Beachy Head , una volta era un porto importante, ma ora è nell'entroterra. Allo stesso modo, Cape Cod , che è interamente di sabbia e ghiaia (una morena glaciale), a volte perde notevoli quantità di costa in alcuni punti, mentre aggrega grandi quantità in altri luoghi.

Allo stesso modo, la terra può elevarsi al di sopra dell'oceano,per esempio.Surtsey (che l'articolo elenca in # 31 ), o terra sollevata dalla collisione delle placche tettoniche.

33

Tasso di erosione verticale dei continenti . VedereCreazione 22 (2): 18-21.

I continenti non si stanno erodendo in modo uniforme, né l'erosione è l'unico processo in atto. I continenti (o litosfera) sono composti da materiali più leggeri della crosta sottostante (l'astenosfera) e la litosfera galleggia sull'astenosfera mentre gli iceberg galleggiano nell'acqua. Ciò significa che i picchi alti sono abbinati compensando le radici profonde - e questo è verificato misurando sia le anomalie gravitazionali che le onde sismiche. Man mano che la superficie della litosfera viene erosa, i continenti riadattano la loro galleggiabilità e salgono. Ad esempio, la Svezia meridionale e l'area che circonda il Mar Baltico sono note per essere in aumento dal 1810.

3. 4

Esistenza di significative altipiani piatti che sono 'datati' a molti milioni di anni ('paleoplastiche elevate'). Un esempio è Isola dei canguri (Australia). C.R. Twidale, un famoso geografo fisico australiano ha scritto: 'la sopravvivenza di queste paleoforme è in una certa misura motivo di imbarazzo per tutti i modelli comunemente accettati di sviluppo del paesaggio'. Twidale, C.R. Sulla sopravvivenza delle paleoforme,American Journal of Science 5 (276): 77–95, 1976 (citazione a pagina 81). Vedere Austin, S.A., I paesaggi si sono evoluti? Impatto 118 , Aprile 1983.

Questo è un esempio di citazione mining : l'autore ha letto male il documento a cui si fa riferimento e ha scelto una citazione che ritiene supporti la sua posizione, ma la fonte della citazione stessa mostra che l'affermazione dell'autore è errata. L'articolo di Twidale non suggerisce mai che i risultati della datazione siano errati. Racconta varie teorie sullo sviluppo del paesaggio, sottolinea che tutte non riescono a spiegare tutte le caratteristiche osservate delle paleoforme e propone un modello alternativo cheli spiega. L'autore utilizza le inadeguatezze nelle vecchie teorie menzionate da Twidale per suggerire che i dati stessi siano sbagliati, il che è del tutto arretrato.

La conclusione dice: 'Anche se le conclusioni raggiunte da molti lavoratori nel corso degli anni sono solo in parte corrette, è chiaro che i resti delle paleoforme sono parte integrante della moderna superficie terrestre ... Le colline non sono eterne come ha suggerito Giacobbe (Genesi, 49, 26), ma persistono per periodi molto più lunghi di quanto sia stato generalmente ammesso. '

35

L'origine recente e quasi simultanea di tutte le principali catene montuose del mondo: tutte 'datate' a soli 5 milioni di anni fa, mentre i continenti, si sostiene, esistono da miliardi di anni. Vedi Baumgardner, J., Sollevamento recente delle montagne di oggi .Impatto 381 , Marzo 2005.

L'affermazione è del tutto errata. Il Appalachi risalgono così lontano - 480 milioni di anni - che sono antecedenti all'Oceano Atlantico (e ai dinosauri). Le rocce trovate negli Appalachi corrispondono a quelle trovate in Scandinavia e Scozia. Il montagne Rocciose hanno 55 milioni di anni, mentre il Himalaya ha iniziato a formarsi 50 milioni di anni fa.

Anche se l'affermazione fosse corretta, 5 milioni di anni sono più di ottocento volte più lunghi del periodo di tempo YEC standard di 6.000 anni.


36

Lacune d'acqua. Queste sono gole tagliate attraverso catene montuose dove scorrono i fiumi. Si verificano in tutto il mondo e fanno parte di ciò che i geologi evoluzionisti chiamano 'sistemi di drenaggio discordanti'. Sono 'discordanti' perché non si adattano al sistema di credenze del tempo profondo. Le prove si adattano a loro formandosi rapidamente in una cornice di età molto più giovane in cui le gole furono tagliate nella fase recessiva / fase dispersiva del diluvio globale dei giorni di Noè. Vedi Oard, M., I fiumi erodono attraverso le montagne ? Le lacune d'acqua sono una forte prova del Diluvio Universale Genesis,Creazione 29 (3): 18–23, 2007.Di nuovo con i 'geologi evoluzionisti'. I geologi non studiano l'evoluzione.

'Discordante' significa che il corso del fiume non corrisponde alla disposizione degli strati geologici. Non si riferisce a qualche problema con il tempo profondo.

Le lacune idriche sono ben comprese: il fiume prima c'era, poi l'area è stata sollevata. Poiché il processo di sollevamento era molto più lento dell'erosione, il fiume attraversò la catena montuosa mentre si alzava.

37

Erosione alle Cascate del Niagara e altri luoghi simili sono coerenti con appena poche migliaia di anni dal diluvio biblico. Tuttavia, gran parte della gola del Niagara si è probabilmente formata molto rapidamente con il drenaggio catastrofico del lago glaciale Agassiz; vedere: Cambiamento climatico, Niagara e catastrofe .

Le cascate sono siti di rapida erosione e, quindi, altamente dinamici. Non c'è assolutamente alcun motivo per supporre che una cascata sia vecchia quanto la Terra.

Inoltre, potremmo chiederci che, se in uno scenario creazionista, il Grand Canyon e la gola del Niagara presumibilmente sono nati entrambi dopo il diluvio globale, perché non hanno dimensioni simili? Dopotutto, sembra che stiano tagliando sedimenti morbidi simili. Tuttavia, il più energico fiume Niagara (200.000 piedi / s) ha inciso un canyon molto più piccolo del fiume Colorado (30.000 piedi / s) in un periodo presumibilmente uguale. Ciò evidenzia l'assenza di coerenza nel paradigma della geologia delle inondazioni. L'obiettivo apparente è solo quello di cercare di minare il modello della vecchia Terra piuttosto che fornire un'alternativa coerente.

Le cascate del Niagara si sono formate per la prima volta alla fine dell'ultima era glaciale, 12.500 anni fa. Adattare anche questa data alla scala temporale della giovane Terra richiederebbe di inventare difetti nella datazione radiometrica.

Non ci sono prove disponibili che suggeriscano che il tasso di erosione fosse diverso da 3 piedi all'anno.

38

Il tasso di crescita del delta del fiume è coerente con migliaia di anni dal diluvio biblico, non lunghi periodi di tempo. La discussione risale a Mark Twain. Per esempio. 1. MississippiCreation Research Quarterly (CRSQ) 9 : 96-114, 1992;CRSQ 14 : 77;CRSQ 25 : 121–123. Per esempio. 2 Tigri – Eufrate:CRSQ 14 : 87, 1977.

I delta si formano intorno al livello del mare e l'attuale livello del mare risale solo alla fine dell'ultimoera glaciale- cioè, da circa otto a diecimila anni fa; prima di allora, il livello del mare era stato molto più basso.

39

Flussi underfit. Le valli fluviali sono troppo grandi per i flussi che contengono. Dury parla della 'distribuzione su tutto il continente di flussi underfit'. Utilizzando le caratteristiche del meandro del canale, Dury ha concluso che i flussi passati avevano spesso 20-60 volte la loro scarica attuale. Ciò significa che le valli fluviali sarebbero state scavate molto rapidamente, non lentamente nel corso di eoni di tempo. Vedere Austin, S.A., I paesaggi si sono evoluti? Impatto118, 1983.

Questa 'prova' risulta essere un altro esempio di citazione mining . Negli anni '50, a flusso disadattato si pensava che sorgesse quando l'area di drenaggio di un fiume veniva ridotta. George H. Dury ha riconosciuto che i flussi di disadattamento sono più comuni in alcune regioni e quindi non possono sorgere solo da questo meccanismo, che non avrebbe variazioni regionali. Si pensa che questo fenomeno sia causato dacambiamento climaticoin passato, che ha ridotto le precipitazioni; in effetti, altre ricerche di Dury hanno fornito prove sostanziali che il clima dell'Europa e degli Stati Uniti settentrionali una volta era tropicale e molto più umido di oggi. Nessuno dei suoi lavori fornisce alcuna prova di una giovane Terra.


40

Quantità di sale nel mare . Anche ignorando l'effetto del diluvio biblico e assumendo zero salinità iniziale e tutti i tassi di input e rimozione in modo da massimizzare il tempo necessario per accumulare tutto il sale, ilmassimol'età degli oceani, 62 milioni di anni, è inferiore a 1/50 dell'età che gli evoluzionisti rivendicano per gli oceani. Ciò suggerisce che anche l'età della terra è radicalmente inferiore.

Di nuovo, l'evoluzione fa parte dibiologia. Le età degli oceani sono state stabilite dageologi, non biologi.

Il tasso di aumento - ediminuire- la salinità degli oceani è variata nel tempo. Quando l'acqua di mare viene separata dall'oceano stesso e successivamente evapora, i sali ('evaporite') lasciati non sono più nell'oceano. L'acqua dolce evaporata alla fine ritorna attraverso la pioggia. L'autore dell'articolo collegato qui cerca di modellare l'accumulo di sale nell'oceano con un'equazione lineare semplicistica, che è grossolanamente inadeguata e basata su un presupposto uniformitario errato.

41

Il quantità di sedimenti sui fondali marini agli attuali tassi di erosione del suolo si accumulerebbe in soli 12 milioni di anni; un batter d'occhio rispetto alla presunta età di gran parte del fondo oceanico fino a 3 miliardi di anni. Inoltre, i geologi di lunga data lo ritengonopiù altotassi di erosione applicati in passato, il che accorcia i tempi. Da un punto di vista biblico, alla fine del diluvio di Noè si sarebbero aggiunti molti sedimenti al mare con l'acqua proveniente dalla terra non consolidata, rendendo la quantità di sedimenti perfettamente coerente con una storia millenaria.

Il calcolo che arriva a 12 milioni di anni è errato e semplicistico. Ci vuole poco conto subduzione delle placche tettoniche e, nel portare i sedimenti del fondo oceanico nella geologia delle inondazioni, espone uno dei suoi difetti significativi: la deposizione attraverso una singola alluvione globale avrebbe mescolato i sedimenti in un unico misto di un tipo di sedimento, con tutti i tipi di roccia e tipi di terreno mescolati insieme. La verità è che i sedimenti variano in diverse parti del mondo, con veri mélanges che si verificano principalmente nelle zone di subduzione.

Si noti che il '12 milioni di anni' è di per sé molto sostanzialmente maggiore del valore di Ussher di 6.000 anni.

42

Noduli di ferro-manganese (IMN) sui fondali marini. I tassi di crescita misurati di questi noduli indicano un'età di solo migliaia di anni. Lalomov, A.V., 2007. Depositi minerali come esempio di tassi geologici.CRSQ 44 (1): 64-66.

Questo è quasi completamente sbagliato. Nodulo di manganese la crescita è così incredibilmente lenta che occorrono diversi milioni di anni per formare un centimetro. È uno deipiù lentofenomeni geologici noti. In alcune località esistono noduli a crescita rapida (almeno 500 anni per centimetro), ma non sono affatto il solito caso.

Tutti gli esempi di crescita rapida forniti nel documento citato si riferiscono a noduli trovati in crescita su oggetti in acciaio artificiali. In questo caso, la crescita del nodulo è notevolmente accelerata da elettrochimico processi guidati dalla dissoluzione del ferro dall'acciaio.


43

L'età dei depositi alluvionali (concentrazioni di metalli pesanti come lo stagno nei sedimenti moderni e nelle rocce sedimentarie consolidate). I tassi di deposizione misurati indicano un'età di migliaia di anni, non i milioni ipotizzati. Vedere Lalomov, A.V. e Tabolitch, S.E., 2000. Determinazione dell'età del placer sottomarino costiero, Val'cumey, Siberia settentrionale .Journal of Creation (TJ) 14 (3): 83–90.

È stato dimostrato che Lalomov ha rappresentato erroneamente prove geologiche in questa materia, inserendo nomi di metalli nelle citazioni di altri scienziati e selezionando solo quei depositi di placer che si adattano alle sue idee.

44

La pressione nei pozzi di petrolio / gas indica la recente origine del petrolio e del gas. Se avessero avuto molti milioni di anni ci aspetteremmo che le pressioni si equilibrassero, anche nelle rocce a bassa permeabilità. 'Gli esperti nella prospezione petrolifera notano l'impossibilità di creare un modello efficace data la lunga e lenta produzione di petrolio nell'arco di milioni di anni (Petukhov, 2004). Secondo loro, se i modelli richiedono la scala geocronologica standard multimilionaria, la migliore strategia di esplorazione è perforare pozzi su una griglia casuale '. Lalomov, A.V., 2007. Depositi minerali come esempio di tassi geologici.CRSQ 44 (1): 64-66.

Molti metri di roccia solida possono e mantengono il petrolio e il gas in posizione almeno così come pochi millimetri di acciaio. L'affermazione del giornale Lalomov altrimenti è un argomento dall'incredulità .

L'affermazione sulle raccomandazioni per la prospezione del petrolio è di fatto errata. Nessun esperto di compagnie petrolifere consiglia di perforare su una griglia casuale.

La citazione dal documento di Petukhov è presentata come se fosse un esperto di petrolio mainstream. Tuttavia, questo articolo è stato pubblicato in una monografia creazionista russa piuttosto che in una rivista legata al petrolio, e Petukhov è un sostenitore della pseudoscientifica olio abiotico teoria.

Quattro cinque

Prova diretta che il petrolio si sta formando oggi nel bacino di Guaymas e in Stretto di Bass è coerente con una terra giovane (sebbene nonnecessarioper una terra giovane).

Il fatto che il petrolio si stia formando oggi non significa assolutamente nulla riguardo all'età della Terra. Le persone stanno ancora nascendo oggi, ma questo non significa che non ci fosse la Terra prima che nascesse il più antico essere umano vivente. Questo si sovrappone a # 16 .

46

Rapide inversioni nel paleomagnetismo minano l'uso del paleomagnetismo nelle lunghe ere datazioni delle rocce e parlano di processi rapidi, comprimendo enormemente la scala temporale delle lunghe età.

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

L'autore del citato articolo di 'inversione rapida' ha affermato che il suo lavoro è stato utilizzato in modo improprio, poiché il suo tempo stimato per l'evento 'rapido' che ha studiato è di diverse migliaia di anni.

Inoltre, l'autore dell'articolo creazionista collegato sostiene che la semplice spiegazione è che rapide inversioni sarebbero associate all'evento di inondazione, ma trascura che la lava che è stata oggetto della ricerca è stata effettivamente estrusa sulla terraferma, non sott'acqua.

47

Il modello di magnetizzazione nelle bande magnetiche in cui il magma sta sgorgando nelle trincee medio-oceaniche è contro la convinzione che le inversioni impieghino molte migliaia di anni e piuttosto indica una rapida diffusione del fondo del mare e rapide inversioni magnetiche, coerenti con una terra giovane (Humphreys, DR, il campo magnetico terrestre è mai cambiato?Ricerca sulla creazione trimestrale 25 (3): 130-137, 1988).

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

La teoria generale di Humphreys, dettagliata in diversi articoli, è che il record geologico mostra molte inversioni estremamente veloci, nell'ordine di prenderegiorni o settimane, piuttosto che il minimo accettato di molte decine o centinaia di migliaia di anni. Lavori successivi mostrano che ha letto male i dati sul veloce (nell'ordine di decenni)fluttuazioninel campo magnetico come veloceinversioni.Guarda anche # 46 , # 49 .

Il documento di riferimento non è immediatamente disponibile, sebbene il file astratto è disponibile. Finché non avremo ricevuto l'intero documento, non possiamo offrire ulteriori commenti.


48

Tassi misurati di crescita di stalattiti e stalagmiti nelle grotte calcaree sono coerenti con una giovane età di diverse migliaia di anni. Guarda anche articoli sulla formazione di grotte calcaree .

Stalattiti e stalagmiti derivano dalla deposizione di carbonato di calcio da parte delle acque sotterranee. La solubilità di questo minerale, che determina la velocità con cui queste caratteristiche possono crescere, dipende dal contenuto di anidride carbonica dell'acqua. Poiché questo è variato ampiamente nel corso del tempo geologico e viene ora alterato dall'attività umana, non ci si può aspettare che il tasso attualmente osservato continui nel passato.

Ma anche se questo fosse vero, l'argomento non dice nulla: l'età della terra non è in alcun modo limitata dal tempo che impiega una stalattite per formarsi.

Va notato che l'intera prova di questa affermazione è un aneddoto tratto da una rivista di viaggi e da quattro pubblicazioni creazionisti.

49

Il decadimento del campo magnetico terrestre . Il decadimento esponenziale è evidente dalle misurazioni ed è coerente con la teoria del decadimento libero dalla creazione, suggerendo un'età della terra di solo migliaia di anni. Per ulteriori prove che segue il decadimento esponenziale con una costante di tempo di 1611 anni (± 10) vedere: Humphreys, R., Il campo magnetico terrestre sta decadendo costantemente - con un po 'di ritmo,CRSQ 47 (3): 193-201; 2011.Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagneticaIl campo magnetico terrestre non decade in modo esponenziale, ma inverte la direzione di tanto in tanto e diminuisce di forza durante questo periodo. Questo è in realtà sottolineato dall'autore dell'articolo in # 46 e # 47 , quindi l'autore si è contraddetto.

cinquanta

Il flusso di calore in eccesso dalla terra è coerente con una giovane età piuttosto che con miliardi di anni, anche tenendo conto del calore derivante dal decadimento radioattivo. Vedere Woodmorappe, J., 1999. Lord Kelvin ha rivisitato sulla giovane età della terra .Journal of Creation (TJ) 13 (1): 14, 1999.

Il collegamento critica un'inferenza su qualcosa che non può essere osservato direttamente (le fonti di calore geotermico) perché si basa su un fatto che i creazionisti negano (una vecchia Terra). In quanto tale, questo non è un argomento, ma una lamentela secondo cui qualcuno ha usato l'età della Terra scientificamente accettata per imparare qualcosa di nuovo.

Sebbene lo stesso Lord Kelvin fosse un antievoluzionista, il suo calcoli - realizzato prima della scoperta della generazione di calore dalla radioattività - pone ancora l'età della Terra tra i 20 ei 40 milioni di anni. Questo è un argomento contro una giovane Terra.

Datazione radiometrica

51

Carbon-14 pollici carbone suggerisce età di migliaia di anni e contraddice chiaramente età di milioni di anni.

Vedi la risposta a # 52 ; il meccanismo di formazione del carbonio-14 nei depositi di carbone è lo stesso dei giacimenti petroliferi.


52

Carbon-14 pollici olio suggerisce ancora una volta età di migliaia, non milioni di anni.

L'origine del carbonio-14 nei depositi di petrolio è abbastanza ben compresa ed è una conseguenza di diverse reazioni nucleari che coinvolgono particelle alfa e neutroni. Questi sono, a loro volta, generati dal decadimento dell'uranio e del torio presenti in natura. Le reazioni includono:

  • O + n → C + α
  • N + n → C + p
  • C + n → C
  • B + α → C + n
  • Ra → Pb + C (una rara modalità di decadimento).

Nelle equazioni precedenti, n significa neutrone, p significa protone, che è un nucleo di idrogeno-1 e α significa particella alfa, che è un nucleo di elio-4.

C'è un ulteriore problema con la prospettiva creazionista: se il carbonio-14 nei depositi di petrolio è solo carbonio-14 che non è decaduto da alloraSettimana della creazione, ci aspetteremmo che il suo contenuto sia molto simile tra i depositi, ma in realtà è molto variabile e varia da 10 a 10, sei ordini di grandezza. L'ipotesi radiogena lo spiega perfettamente: la variazione deriva dal diverso contenuto di uranio e torio nella roccia circostante.

53

Carbon-14 pollici legno fossile indica anche età di migliaia, non milioni, di anni.

Come da # 51 e # 52 , il meccanismo per il carbonio-14 nei vecchi depositi è ben compreso. Se il tuo campione è molto più vecchio di 60.000 anni, i risultati della datazione al carbonio-14 sono privi di significato. Il legno fossile di solito non può essere datato direttamente al di sopra di quell'età, ma puoi datare qualsiasi cenere vulcanica circostante con altri metodi radiometrici e quindi dedurre l'età del legno.

54

Carbon-14 pollici diamanti suggerisce età di migliaia, non miliardi, di anni.

Come da # 51 , # 52 e # 53 .

Questo è un eccellente esempio di come elenchi di questo tipo possono aumentare la loro dimensione apparente ripetendo lo stesso punto in una forma leggermente diversa.

Ancora più importante, l'applicazione della datazione al radiocarbonio ai diamanti mostra una mancanza di comprensione datazione al radiocarbonio . A differenza degli esseri viventi, i diamanti non sono fatti di carbonio atmosferico ma si formano nelle profondità della Terra. Contengono naturalmente dell'azoto che può essere alterato dal decadimento degli elementi radioattivi presenti nel diamante in C.La datazione al radiocarbonio si basa sul rapporto misurato tra C instabile e C stabile e C nell'anidride carbonica atmosferica - ma il rapporto originale di questi due gli isotopi in un diamante appena creato sono sconosciuti. Come cercare di misurare la velocità della luce con un cronometro, la datazione al radiocarbonio dei diamanti utilizza completamente lo strumento sbagliato per il lavoro.

Anche se non lo fosse, le età dichiarate qui per i diamanti (55.700 anni) non sono solo al limite superiore della datazione al radiocarbonio, ma sono ben oltre Ussher's Tempi di 6.000 anni.

55

Date incongruenti del radioisotopo utilizzando la stessa tecnica discutere contro la fiducia nei metodi di datazione che danno milioni di anni.

La citazione data è un capitolo di un libro creazionista, che a sua volta afferma che la datazione al carbonio-14 è inaffidabile oltre 35-45 mila anni a causa del limite superiore del test. Qualunque cosa più vecchia restituirà un risultato di '35-45 mila anni o più'.

Inoltre, il libro critica le date ottenute utilizzando argon - incontri con argon (dove Ar-40 è confrontato con Ar-39). Questo metodo è infatti sensibile alla perdita di argon dalla roccia in un lontano passato, come gli agenti atmosferici, che porta a età apparenti più antiche che nella realtà, proprio come descritto nel capitolo. Tuttavia, questo non mette in dubbio i metodi di datazione in generale; è al massimo un altro argomento per stare attenti a utilizzare lo strumento giusto per il lavoro.

56

Date incongruenti del radioisotopo utilizzando diverse tecniche discutere contro la fiducia nei metodi di datazione che danno milioni di anni (o miliardi di anni per l'età della terra).

Questo è un duplicato di # 55 e collegamenti allo stesso capitolo di un libro di testo creazionista.

57

Dimostrabilmente 'isocron' non radiogeni dei radioattivi e gli elementi non radioattivi minano le ipotesi alla base della 'datazione' isocronica che dà miliardi di anni. Isocron 'false' sono comuni.

Il documento a cui si fa riferimento non dimostra effettivamente che le isocrone non siano radiogene. Suggerisce semplicemente che gli isocroni derivano dalla miscelazione tra sorgenti di stronzio isotopicamente leggere e isotopicamente pesanti piuttosto che dal decadimento radioattivo. La fonte proposta di questo stronzio èmiracolososeparazione isotopica nel mantello e meteoriti. Non viene presentata alcuna prova che tali sistemi esistano effettivamente, né sono state trovate le fonti di stronzio postulate.

L'autore di questa congettura èJohn Woodmorappe, autore diL'Arca di Noè: uno studio di fattibilità.


58

Diverse facce dello stesso cristallo di zircone e zirconi diversi della stessa roccia dare diverse 'età' minano tutte le 'date' ottenute dagli zirconi.

Il collegamento è una critica a due documenti che non mostrano una comprensione del campo.

Il primo articolo criticato riguarda la datazione dei grani di zircone in Australia. L'autore dell'articolo collegato lamenta che è stata riportata l'età più vecchia ottenuta invece di prendere una media, non riuscendo completamente a capire che il metodo di datazione utilizzato fornisce stime minime dell'età. Ovviamente, il valore più vecchio è una stima migliore dell'età effettiva rispetto a una media dei minimi. Inoltre, non menziona che le date ottenute da 17 diversi grani variano solo leggermente.

Il secondo articolo criticato descrive diamanti provenienti dallo Zaire con un contenuto anormale di argon, con un risultato di datazione K-Ar fasullo di 6 miliardi di anni. Qui la tesi è che l'età dei diamanti sia stata rifiutata a causa del dogma, che dimostra l'incapacità di comprendere il concetto di valori anomali. È anche un mistero il motivo per cui l'autore sta difendendo l'affermazione che la Terra lo siapiù vecchiodi quanto comunemente accettato sostenendo che lo èun milione di volte più giovanedi quanto comunemente accettato.

59

Prova di un periodo di rapido decadimento radioattivo nel recente passato (concentrazioni di piombo ed elio e velocità di diffusione negli zirconi) indicano una spiegazione della terra giovane.

Questa affermazione è confutata, con dettagli atroci, al talk.origins archivio. Fondamentalmente, Humphreys ha raccolto alcuni dati errati acquisiti in modo misero, combinati con un modello profondamente imperfetto di diffusione dell'elio negli zirconi, e ha affermato che si è rivelato il giovane creazionismo terrestre. La sua affermazione è stata poi completamente screditata dal vecchio creazionista della Terra Gary H. Loechelt.

60

La quantità di elio, un prodotto del decadimento alfa degli elementi radioattivi, trattenuto negli zirconi nel granito è coerente con un'età di 6.000 ± 2000 anni, non con i presunti miliardi di anni. Vedi: Humphreys, D.R., Young helium diffusion age of zircons supporta il decadimento nucleare accelerato, in Vardiman, Snelling e Chaffin (eds.),Radioisotopi ed età della Terra: Risultati di un'iniziativa di ricerca sui giovani creazionisti della Terra,Institute for Creation Research e Creation Research Society, 848 pp., 2005

Questo si riferisce allo stesso lavoro di # 59 .

Gli autori di questi articoli non sono riusciti a considerare tutte le implicazioni della loro ipotesi che il decadimento radioattivo fosse molto più veloce in passato. Se tutto il decadimento passato avvenisse in soli 4540 anni invece di 4,54 miliardi di anni, il calore rilasciato fornirebbe 50 volte più energia per unità di superficie terrestre rispetto al Sole allo zenit. Alla fine del periodo di decadimento accelerato, ilradiazione di fondola dose sarebbe stata di circa 2000 Sv all'anno, o più di una dose letale umana al giorno. Come sarebbe sopravvissuto qualcosa a tali condizioni?


61

Piombo in zirconi da carote profonde rispetto a quelle poco profonde. Sono simili, ma dovrebbero essercene di meno in quelli profondi a causa del calore più elevato che causa velocità di diffusione più elevate nelle normali lunghe età supposte. Se le età sono migliaia di anni, non ci si aspetterebbe che ci siano molte differenze, come è il caso (Gentry, R.,et al., Ritenzione differenziale del piombo negli zirconi: implicazioni per il contenimento delle scorie nucleari ,Scienza 216 (4543): 296–298, 1982; DOI: 10.1126 / science.216.4543.296).

Questa è una palese falsa rappresentazione dell'articolo collegato, che è una vera pubblicazione scientifica. Descrive la velocità di diffusione del piombo negli zirconi determinata in esperimenti di laboratorio e stimata dai rapporti isotopici nei nuclei di granito. Conclude che è sufficientemente basso da impedire la fuoriuscita di scorie nucleari immobilizzate nella roccia sintetica almeno finché tali scorie rimangono radioattive. Citazione pertinente: 'A una profondità di sepoltura di 3000 m (~ 200 ° C), calcoliamo che occorrerebbero 5-10 anni affinché l'1% del Pb si diffonda da un cristallo da 50 μm.' In altre parole, ci vorrebbe cinquanta miliardi di anni , quasi quattro volte l'attuale età dell'universo, poiché solo l'1% del piombo va perso da un cristallo di dimensioni paragonabili a una singola cellula della pelle umana. Il vero motivo per cui gli zirconi da anime profonde e poco profonde non differiscono nel loro contenuto di piombo è perché la diffusione del piombo negli zirconi èestremamente, inimmaginabilelento, anche a scale temporali geologiche. Nessuna prova è offerta per l'affermazione secondo cui la diffusione del piombo negli zirconi è molti ordini di grandezza più veloce di quanto attualmente accettato e significativamente influenzata dalla temperatura.


62

Gli aloni pleocroici prodotti nel granito da granelli concentrati di elementi di breve emivita come il polonio suggeriscono un periodo di rapido decadimento nucleare degli isotopi genitori di lunga emivita durante la formazione delle rocce e la rapida formazione delle rocce, entrambi i quali parlano contro le solite idee di tempo profondo geologico. Vedere, Radiohalos: prove sorprendenti di processi geologici catastrofici ,Creazione 28 (2): 46–50, 2006.

Non ci sono prove valide che ' aloni di polonio 'sono realmente causati dal decadimento del polonio. Inoltre, il polonio-218 è continuamente generato dal decadimento del radon-222, esso stesso un prodotto di decadimento dell'uranio-238, un componente comune del granito. Il radon-222 è un gas con un'emivita di 3,8 giorni che può facilmente migrare attraverso le fessure nella roccia, spiegando perché gli aloni di polonio e uranio dichiarati sono vicini l'uno all'altro. L'affermazione che il polonio deve essersi formato rapidamente è a non segue .

63

Aloni pleocroici schiacciati (radiohalos) formato dal decadimento del polonio, un elemento di emivita molto breve, nel legno coalizzato di diverse ere geologiche suggerisce una rapida formazione di tutti gli strati più o meno nello stesso tempo, nello stesso processo, coerente con il modello biblico della terra 'giovane' piuttosto che i milioni di anni rivendicati per questi eventi.

Duplicato di # 62 .

64

La 'Burning Mountain' australiana parla contro la datazione radiometrica e il sistema di credenze di milioni di anni (secondo la datazione radiometrica dell'intrusione di lava che ha dato fuoco al carbone, il carbone nella montagna in fiamme brucia da ~ 40 milioni di anni, ma chiaramente questo non è fattibile).

Ci sono prove relativamente chiare - presentate nell'articolo collegato - che il giacimento di carbone della Burning Mountain è stato incendiato circa 6.000 anni fa, quindi non poteva essere stato innescato dall'intrusione di lava di 40 milioni di anni fa. Inoltre, un'intrusione di lava non può accendere il carbone mentre è ancora sottoterra perché non c'è ossigeno in cui potrebbe bruciare.

L'autore afferma essenzialmente di non poter credere che nessuna delle origini naturali conosciute degli incendi di giacimenti di carbone (per esempio., fulmini, incendi boschivi, accensione spontanea) potrebbero aver appiccato l'incendio, quindi deve essere stata la lava, e quindi la datazione radiometrica è sbagliata. Questa è una combinazione di un file argomento dall'incredulità e a uomo di paglia .

Prove astronomiche

65

Le prove della recente attività vulcanica sulla luna terrestre non sono coerenti con la sua presunta vasta età perché avrebbe dovuto raffreddarsi da tempo se avesse avuto miliardi di anni. Vedere: Fenomeni lunari transitori: un problema permanente per i modelli evolutivi di formazione lunare e Walker, T. e Catchpoole, D., I vulcani lunari oscillano in un arco temporale di lunga data ,Creazione 31 (3): 18, 2009. Vedi ulteriore conferma: 'At Long Last, Moon's Core' Seen '';Le osservazioni di fenomeni lunari transitori , discussi nel primo articolo, sono ad oggi irriproducibili. Sono tutti sufficientemente spiegati da processi non vulcanici, come impatti di meteoriti, degassamento, fenomeni elettrostatici e cattive condizioni di osservazione. Nessun gas vulcanico o cenere è stato rilevato dalle numerose missioni scientifiche orbitali che hanno campionato l'atmosfera lunare.

L'attività 'recente' descritta nel secondo collegamento non significa 6.000 anni - il lavoro, basato sul conteggio dei crateri, afferma che c'era un'attività vulcanica localizzata sul lato più lontano della Luna come 'recentemente' come 2,5 miliardi anni fa, rispetto alla datazione basata su campioni di roccia lunare che indicavano che il vulcanismo si è concluso circa 3 miliardi di anni fa. Tuttavia, mentre altre ricerche hanno portato prove di attività più recenti, come le scarpate formate dalla Luna che si è contratta durante l'ultimo miliardo di anni e persino un po 'di vulcanismo su scala molto bassa solo alcuni milioni di anni fa, quei tempi sono ancora piuttosto ampi rispetto alla giovane età dichiarata per questo.

L'ultimo collegamento descrive le prove sismiche che la Luna ha un nucleo leggermente fuso, sebbene il nucleo sia proporzionalmente molto più piccolo di quelli di corpi di dimensioni comparabili. Questa non è una prova per un universo giovane.

66

Recessione della luna dalla terra . L'attrito delle maree fa sì che la luna si allontani dalla terra di 4 cm all'anno. Sarebbe stato più grande in passato, quando la luna e la terra erano più vicine. La luna e la terra sarebbero state in catastrofica vicinanza (limite di Roche) a meno di un quarto della loro presunta età.

Usare un'equazione lineare per modellare la recessione della Luna è troppo semplicistico per dare qualcosa di vicino ai risultati corretti.

Spostare un satellite in un'orbita più alta o lontano dall'oggetto primario richiede un input di energia. La recessione della Luna è causata dall'attrito delle maree, che converte l'energia rotazionale della Terra in calore e l'energia potenziale della Luna, e l'attrito delle maree, a sua volta, dipende dalla disposizione dei continenti, che era diversa in passato.

Prove da ritmiti di marea - depositi di sedimenti che mostrano una struttura a strati sottili con ogni strato corrispondente a un'orbita lunare, simile agli anelli degli alberi - indica che 2,45 miliardi di anni fa, la Luna era solo il 10% più vicina alla Terra rispetto a oggi.


67

Rallentamento della terra. Tasso di dissipazione delle maree del momento angolare della Terra: lunghezza del giorno crescente, attualmente di 0,002 secondi / giorno ogni secolo (quindi un giorno incredibilmente breve miliardi di anni fa e un giorno molto lento subito dopo l'accrescimento e prima dell'impatto gigante ipotizzato per formare la Luna) . Vedere: Da quanto tempo la luna si allontana? Poiché la durata del giorno è collegata alla recessione lunare discussa in # 66 , un'equazione lineare è troppo semplicistica per modellare questo caso. Nota anche come l'autore respinge uniformitarismo per fenomeni come il decadimento radioattivo, per il quale non sono noti meccanismi di variazione della velocità, insiste tuttavia sull'uso di ipotesi uniformi in luoghi in cui sono chiaramente sbagliate e ci sono meccanismi evidenti per le variazioni di velocità. Le prove elencate in # 66 da ritmiti di marea suggerisce che 2,45 miliardi di anni fa, la giornata era lunga 17,1-18,9 ore.

68

Crateri fantasma sulla lunaMaria(singolaregrande: 'mari' scuri formati da massicce colate laviche) sono un problema per lunghe ere. Gli evoluzionisti ritengono che i flussi di lava siano stati causati da impatti enormi, e questa lava ha in parte seppellito altri crateri da impatto più piccoli all'interno dei crateri più grandi, lasciando 'fantasmi'. Ma questo significa che gli impatti minori non possono essere stati troppo lunghi dopo quelli enormi, altrimenti la lava si sarebbe indurita prima degli impatti. Ciò suggerisce un periodo di tempo molto ristretto per i crateri lunari e, implicitamente, gli altri corpi craterizzati del nostro sistema solare. Suggeriscono che il cratere si sia verificato abbastanza rapidamente. Vedi Fryman, H., Crateri fantasma nel cielo ,La creazione conta 4 (1): 6, 1999; Una teoria dei crateri basata sulla Bibbia (Faulkner); I vulcani lunari oscillano in un arco temporale di lunga data .

Questa descrizione della formazione del cratere fantasma è a uomo di paglia , semplificato al punto da essere errato. È noto che le eruzioni di formazione della cavalla si sono verificate milioni di anni dopo gli impatti, sulla base della datazione radiogena dei basalti vulcanici e dell'ejecta pre-mare. La differenziazione chimica e la stratificazione osservate in Hadley Rille mostrano che i maria si sono formati da episodi di vulcanismo che si estendono nel tempo geologico, non in un singolo evento.

Gli evoluzionisti (cioè i biologi) non studiano i flussi di lava; questo è ciò che fanno i geologi e i selenologi. L'evoluzione per selezione naturale non ha nulla da dire sulla geologia.

L'ultimo collegamento sui presunti vulcani lunari è un duplicato del secondo collegamento discusso in # 65 .

69

La presenza di un significativo campo magnetico attorno a Mercurio non è coerente con la sua presunta età di miliardi di anni. Un pianeta così piccolo avrebbe dovuto raffreddarsi abbastanza in modo che qualsiasi nucleo liquido si sarebbe solidificato, impedendo il meccanismo della 'dinamo' degli evoluzionisti. Vedi anche, Humphreys, D.R., Il campo magnetico di Mercurio è giovane! Journal of Creation22 (3): 8-9, 2008.

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

Le sonde spaziali inviate a Mercurio hanno osservato piccoli cambiamenti nella sua velocità di rotazione e hanno dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che ha un nucleo fuso. Le spiegazioni postulate sono un alto contenuto di zolfo nel nucleo, che abbasserebbe il suo punto di fusione, e l'elevata eccentricità dell'orbita del pianeta più la sua distanza ravvicinata dal Sole, causando riscaldamento delle maree . Il nucleo di Mercurio è il 42% del suo volume, rispetto al 17% della Terra; anche questo genera un campo magnetico solo l'1% di quello terrestre.

Il modello di Humphreys postula che il campo si manifesti a causa di una corrente elettrica in decadimento che attraversa il nucleo di Mercurio, detto corrente essendo statainiziato da Dio come un miracolo. Tuttavia, una tale corrente si dissiperebbe in pochi minuti, non nei 6.000 anni postulati, a meno che il nucleo non fosse superconduttore - un'assurdità date le temperature su e all'interno di Mercurio.

Inoltre, non è chiaro quale posto abbia un'affermazione di intervento miracoloso, che invaliderebbe la fisica, in un elenco di argomenti che pretendono di essere coerenti con la scienza.

70

I pianeti esterni Urano e Nettuno hanno campi magnetici, ma dovrebbero essere 'morti' da tempo se sono vecchi come affermato secondo le credenze evolutive della lunga età. Ipotizzando un'età del sistema solare di migliaia di anni, il fisico Russell Humphreys ha previsto con successo i punti di forza di i campi magnetici di Urano e Nettuno .

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

Il collegamento fornito è un duplicato del punto # 49 . Ancora una volta, l'articolo pone un'errata ipotesi uniforme di un campo magnetico in decadimento esponenziale che contraddice la tesi dell'autore in # 46 .

Il meccanismo di generazione del campo magnetico su Nettuno e Urano è considerato sostanzialmente diverso da quello della Terra. Le simulazioni supportano l'idea che il campo sia generato da un sottile strato convettivo di fluido che circonda un interno stabile e stratificato.

Inoltre, l'affermazione che Humphreys predisse i campi magnetici di Urano e Nettuno è falsa. I dati erano già disponibili al momento delle 'previsioni' di Humphreys che ponevano limiti rigorosi all'intensità dei campi magnetici. Considerando questi limiti, Humphreys era il più lontano possibile.

Il ragionamento scientifico delle lunghe ere per i pianeti non è 'evolutivo'. Ciò unisce due campi non collegati.

71

Le lune più grandi di Giove, Ganimede, Io e Europa hanno campi magnetici , che non dovrebbero avere se avessero miliardi di anni, perché hanno nuclei solidi e quindi nessuna dinamo potrebbe generare i campi magnetici. Ciò è coerente con le previsioni del creazionista Humphreys. Vedi anche, Spencer, W., Ganimede: la luna sorprendentemente magnetica ,Journal of Creation23 (1): 8-9, 2009.

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

Ciò è effettivamente errato. Solo Ganimede , La luna più grande di Giove, ha un proprio campo magnetico. Io non ha alcun campo, intanto Europa campo è indotto da Giove proprio. Si pensa che Ganimede abbia un nucleo fuso e quindi generi il proprio campo attraverso il modello di effetto dinamo standard.

Questa sezione è duplicata da # 81 .

72

Lune vulcanicamente attive di Giove ( Io ) sono coerenti con la giovinezza (la missione Galileo ha registrato 80 vulcani attivi). Se Io avesse eruttato per oltre 4,5 miliardi di anni anche al 10% della sua velocità attuale, avrebbe eruttato tutta la sua massa 40 volte. Io sembra una giovane luna e non si adatta ai presunti miliardi di anni di età del sistema solare. Il tiro gravitazionale da Giove e da altre lune rappresenta solo una parte del calore in eccesso prodotto.

È ampiamente accettato che il vulcanismo su Io sorga attraverso riscaldamento delle maree . Poiché Io è soggetto alle forze gravitazionali di Giove e di tre delle sue grandi lune, Europa, Callisto e Ganimede, la sua crosta è flessa in uno schema irregolare, con i rigonfiamenti della marea alti fino a 100 metri. Questo genera enormi quantità di calore - circa 2,5 W / m, o 50 volte il flusso di calore geotermico della Terra di 0,05 W / m - per alimentare i suoi vulcani.

Nota anche che l'età di Io è sconosciuta, quindi ci sono poche basi per usare una data di 4,5 miliardi di anni. Potrebbe benissimo essere stato catturato più tardi.

Il commento su Io che erutta la sua intera massa 40 volte in 4,5 miliardi di anni è una falsa pista (e potenziale appello all'assurdità ). I pennacchi più grandi di materiale vulcanico vengono espulsi al di sotto della velocità di fuga di Io (1 km / s, contro 2,5 km / s). Quindi i vulcani di Io sono essenzialmente fontane e nulla impedisce alla massa di essere eruttata più di una volta. L'affermazione sarebbe come dire il fontana di Trevi a Roma non può essere stato costruito più di 200 anni fa perché ormai sarebbe finita l'acqua, o perché un tapis roulant non può correre per più di pochi metri perché la sua cintura si sarebbe esaurita. Il fatto che ricicli il materiale è ilMotivoLa superficie di Io sembra così giovane.

Anche ancora, Ioèperdere massa a causa delle interazioni con il campo magnetico di Giove, anche se a una velocità di soli 1.000 kg / s, che - anche oltre 4,5 miliardi di anni - equivale a una piccola frazione della massa totale di Io.

73

La superficie della luna di Giove Europa. Gli studi sui pochi crateri hanno indicato che fino al 95% dei crateri piccoli, e molti di quelli di medie dimensioni, sono formati da detriti sollevati da impatti più grandi. Ciò significa che ci sono stati molti meno impatti di quanto si pensasse nel sistema solare e l'età di altri oggetti nel sistema solare, derivati ​​dai livelli di crateri, deve essere ridotta drasticamente (vedi Psarris, Spike,Quello che non ti viene detto sull'astronomia, volume 1: il nostro sistema solare creatoDVD, disponibile da CMI ).

La crosta esterna di Europa è ghiacciata e molto attiva, come dimostrano le grandi fratture sulla sua superficie. Solo i crateri grandi e recenti e i loro effetti avrebbero la possibilità di rimanere visibili per un considerevole lasso di tempo.

Inoltre, questo argomento contraddice la tesi di base dell'articolo: se ci sono stati molti meno impatti (il tasso di crateri era inferiore), allora le età di corpi fortemente craterizzati come Mercurio e la Luna devono essereè aumentato. L'autore si contraddice affermando che il tasso di crateri era molto più alto (punto # 68 ) e molto più basso (questo) allo stesso tempo.

74

Metano su Titano (La luna più grande di Saturno): il metano dovrebbe essere sparito a causa del guasto indotto dai raggi UV. I prodotti della fotolisi avrebbero dovuto anche produrre un enorme mare di etano. Come il documento originale di Astrobiologia ha detto: 'Se la chimica su Titano è andata avanti in uno stato stazionario durante l'età del sistema solare, allora dovremmo prevedere che uno strato di etano spesso dai 300 ai 600 metri dovrebbe essere depositato sulla superficie.' Non si vede alcun mare simile, il che è coerente con il fatto che Titano è una piccola frazione dell'età dichiarata del sistema solare.

Sebbene interessante, questo è un ragionamento in anticipo rispetto alle prove. La spiegazione più probabile è che il metano atmosferico di Titano venga reintegrato dai depositi sotterranei. Questa spiegazione è supportata dalle osservazioni di Cassini che hanno rilevato l'anidride carbonica superficiale, che indica il degassamento dal nucleo. Per quanto riguarda l'etano, la sonda Cassini ha, infatti, trovato un considerevole etano che forma vasti mari e laghi di etano liquido, mentre molto di più forma una 'nebbia' di etano. E se c'è vita su Titano, potrebbe metabolizzare l'etano in metano.

Attraverso una semplice aritmetica, possiamo dimostrare che la scala temporale di 6.000 anni è di gran lunga inferiore a quella richiesta per produrre tutto l'etano osservato su Titano. Date le migliori stime attuali del tasso di fotodissociazione del metano su Titano 4 × 10 kg per m al secondo, e data la generosa (e ovviamente sbagliata) ipotesi che l'intera superficie di Titano sia insolata tutto l'anno, possiamo venire fuori con un tetto di 6,28 × 10 kg di metano dissociato nella storia di Titano, di cui ~ 12,5% sarebbe andato perso come gas idrogeno. Questo ci dà, al massimo, 5,52 × 10 kg di etano. Ipotizzando una densità del liquido nella regione di 520 kg per m, ci aspetteremmo non più di 1,06 × 10 m di etano su Titano. Ciò significa che i mari e i laghi finora osservati su Titano (con solo il 30% della superficie rilevata) potrebbero essere solo in media 0,2 cm di profondità nella migliore delle ipotesi, il che sappiamo essere sbagliato poiché la maggior parte di essi non restituisce una firma radar. , indicando che sono profonde più di 10 metri.

Ciò esclude anche il vasto serbatoio di etano gassoso nell'atmosfera, che è, infatti, osservato.

75

Il tasso di cambiamento / scomparsa degli anelli di Saturno è incoerenti con la loro presunta vasta età ; parlano di giovinezza.

Questo si collega a un altro ampio elenco simile a questo , che utilizza considerevoli incompresi citazione mining . Invece di confutare ogni punto individualmente, ecco una breve spiegazione. L'età di un gigante gassoso non è necessariamente correlata all'età dei suoi anelli. UN anello planetario può avere origine in due modi:

  • La polvere protoplanetaria rimasta dopo la formazione di un pianeta si trova all'interno del Limita il rock : la distanza minima al di sotto della quale un oggetto tenuto insieme solo dalla sua gravità si disintegrerà a causa delle forze di marea. Questo gli impedirà di consolidarsi in una luna.
  • L'orbita di un asteroide con cumuli di macerie catturato in precedenza decade entro il limite di Roche. Se l'asteroide è al di sotto del raggio dell'orbita sincrona,per esempio., orbitando più velocemente della rotazione del pianeta, l'attrito della marea lo farà rallentare ulteriormente e passare attraverso il limite di Roche. Questo è anche il caso delle orbite retrograde (opposte alla rotazione del pianeta). In questo modo, un vecchio pianeta può avere anelli giovani.

Le piccole lune possono sopravvivere entro il limite di Roche se sono tenute insieme dalla forza di trazione e non solo dalla loro gravità. Le risonanze orbitali e le collisioni con quelle lune, note come lune dei pastori, fanno sì che gli anelli mantengano bordi affilati e spazi vuoti.

Le osservazioni della sonda Cassini fatte nel 2007 hanno suggerito che mentre gli anelli di Saturno sono una struttura dinamica, sono probabilmente vecchi quanto il Sistema Solare - 4,5 miliardi di anni - e quindi si sono formati con Saturno stesso. Tuttavia, misurazioni più recenti e molto migliori prese durante la parte finale della sua missione mostrano che gli anelli sono probabilmente molto più giovani (da 10 a 100 milioni di anni), che è ancora abbastanza lontano da 6.000 a 10.000 anni.

76

Encelado, una luna di Saturno, sembra giovane. Gli astronomi che lavoravano nella mentalità da `` miliardi di anni '' pensavano che questa luna sarebbe stata fredda e morta, ma è una luna molto attiva, che vomita enormi getti di vapore acqueo e particelle ghiacciate nello spazio a velocità supersoniche, coerenti con un'età molto più giovane. I calcoli mostrano che l'interno si sarebbe congelato dopo 30 milioni di anni (meno dell'1% della sua presunta età); l'attrito delle maree da Saturno non spiega la sua attività giovanile (Psarris, Spike,Quello che non ti viene detto sull'astronomia, volume 1: il nostro sistema solare creatoDVD; Walker, T., 2009. Enceladus: la vivace luna di Saturno sembra giovane,Creazione 31 (3): 54–55).

L'origine del calore extra emanato da Encelado è infatti oggetto di ricerca in corso nella scienza planetaria. Ciò non sorprende perché la sonda Cassini si è avvicinata solo nel 2005. Il meccanismo convenzionale di riscaldamento delle maree, noto da Io (per # 72 ), spiega solo una piccola parte del calore. In passato sono stati proposti vari altri meccanismi, incluso il riscaldamento potenziato tramite risonanze orbitali, ma la maggior parte è stata ritenuta inadeguata. Il calore mancante è relativamente piccolo su scala planetaria (6 gigawatt) ed equivale alla potenza termica di una grande centrale a carbone.

L'età proposta dall'autore di 30 milioni di anni è un argomentocontroun periodo di 6.000 anni.

La differenza di comportamento tra i lati del dibattito è illustrativa. Gli scienziati stanno lavorando attivamente per arrivare a una spiegazione e valutare criticamente le reciproche ipotesi. Allo stesso tempo, gli autori creazionisti qui non tentano di spiegare nulla e tornano solo alla risposta che stavano cercando in primo luogo. In questo caso, il loro unico argomento si basa su afalsa dicotomiatra lo stato attuale della scienza e letteralismo biblico .Guarda anche Dio delle lacune .

77

Miranda, una piccola luna di Urano, avrebbe dovuto essere morta da tempo, anche se aveva miliardi di anni, ma le sue caratteristiche superficiali estreme suggeriscono il contrario. Vedere Rivelazioni nel sistema solare .

La genesi delle caratteristiche superficiali di Miranda non è completamente compresa. Le spiegazioni proposte riguardano il riscaldamento delle maree e la ripetuta frantumazione da grandi impatti. In particolare, la superficie è un mix di regioni apparentemente antiche e giovani.

Proprio come con Encelado in # 76 , l'esistenza di questioni aperte nella scienza non prova che il giovane creazionismo cristiano della Terra debba quindi essere corretto.

78

Nettuno dovrebbe essere da tempo 'freddo', privo di un forte movimento del vento se avesse miliardi di anni, eppure la Voyager II nel 1989 scoprì che era diverso: ha i venti più veloci dell'intero sistema solare. Questa osservazione è coerente con una giovane età, non con miliardi di anni. Vedere Nettuno: monumento alla creazione .

Contrariamente a quanto afferma l'autore, grandi quantità di calore geotermico latente non spiegherebbero i forti venti. L'attuale ipotesi scientifica, basata su simulazioni, è che i venti siano causati da una combinazione di convezione profonda e conservazione del momento angolare. Tuttavia, la questione non è risolta, in particolare perché il modello potrebbe non essere d'accordo con quello proposto per spiegare il campo magnetico in # 70 .

L'articolo collegato fa anche un'affermazione simile a # 91 per Nettuno.

79

Gli anelli di Nettuno hanno regioni spesse e regioni sottili. Questa irregolarità significa che non possono avere miliardi di anni, poiché le collisioni degli oggetti dell'anello alla fine renderebbero l'anello molto uniforme. Rivelazioni nel sistema solare .

Questo sembra riferirsi al Anello di Adams Gli archi di S che in circostanze normali dovrebbero dissiparsi e l'anello dovrebbe diventare uniforme. Si pensa che gli archi sorgano a causa delle interazioni delle particelle di polvere con la luna Galatea.Guarda anche # 75 .


80

La giovane età superficiale della luna di Nettuno, Tritone - meno di 10 milioni di anni, anche con ipotesi evolutive sui tassi di impatto (vedi Schenk, P.M. e Zahnle, K. Sulla superficie trascurabile Age of Triton ,Icaro 192 (1): 135–149, 2007 ..

Tritone è geologicamente attivo e la sua superficie cambia continuamente. Non c'è motivo di aspettarsi che l'analisi dei crateri fornisca una stima ragionevole dell'età dell'oggetto, poiché i crateri possono fornire solo l'età dell'ultima riemersione.

Non esistono 'ipotesi evolutive sui tassi di impatto'. L'astrogeologia e l'evoluzione biologica non hanno niente a che fare l'una con l'altra.

E ancora una volta, 10 milioni di anni sono un argomento contro un universo giovane.

81

Urano e Nettuno hanno entrambi campi magnetici significativamente fuori asse, il che è una situazione instabile. Quando questo fu scoperto con Urano, gli astronomi evoluzionisti presumevano che Urano stesse attraversando per caso un'inversione del campo magnetico. Tuttavia, quando una cosa simile è stata trovata con Nettuno, questoA questala spiegazione era sconvolta. Queste osservazioni sono coerenti con età di migliaia di anni piuttosto che miliardi.Vedi l'articolo principale su questo argomento:Inversione geomagnetica

Non viene affermato come i campi sarebbero coerenti con un universo giovane, né viene fornito un meccanismo alternativo proposto per la generazione del campo magnetico.

Gli astronomi non studiano l'evoluzione più di quanto facciano i geologi.

L'argomento sui campi magnetici di Urano e Nettuno è un duplicato del punto # 70 ed è discusso lì. Il collegamento stesso è duplicato da # 78 .

82

L'orbita di Plutone è caotica su una scala temporale di 20 milioni di anni e colpisce il resto del sistema solare, che diventerebbe anch'esso instabile su quella scala temporale, suggerendo che deve essere molto più giovane. (Vedi: Rothman, T., Dio fa un pisolino,Scientific American 259 (4): 20, 1988).

L'orbita di Plutone è davvero caotica a lungo termine, ma questo argomento, che sembra citare una mia popolare rivista scientifica, ha due errori fondamentali.

In primo luogo, fonde il significato matematico del termine 'caotico' con il suo significato quotidiano. Il tempo è caotico in senso matematico, ma questo non significa che un tornado possa improvvisamente formarsi a caso in una giornata senza vento. La posizione precisa di Plutone non può essere prevista con precisione su scale temporali più lunghe della sua Ora di Lyapunov di 10-20 milioni di anni, ma questo non significa assolutamente che dopo questo tempo verrà distrutto o espulso dal Sistema Solare. La risonanza orbitale 3: 2 di Plutone con Nettuno significa che è quasi certo che rimarrà nella fascia di Kuiper per miliardi di anni.

In secondo luogo, l'affermazione che il comportamento caotico di Plutone induca o addirittura implichi un comportamento caotico per il resto del Sistema Solare è del tutto errata.

83

Il esistenza di comete di breve periodo (periodo orbitale inferiore a 200 anni), ad es. Halley, che ha una vita inferiore a 20.000 anni, è coerente con un'età del sistema solare inferiore a 10.000 anni.a questaipotesi devono essere inventate per aggirare questa prova (vedi fascia di Kuiper ). Vedere Le comete e l'era del sistema solare .Il Kuiper chiama non è un ''ipotesi ad hoc': esiste davvero. (Guarda, ecco un grafico degli oggetti che abbiamo trovato in esso!) L'autore dell'articolo collegato afferma che le comete non possono provenire dalla cintura di Kuiper perché gli oggetti scoperti finora sono troppo grandi, ignorando il fatto che gli oggetti grandi sono i più facili per rilevare, un effetto noto in astronomia come Pregiudizi malmquist . Abbiamo anche un altro caso di affermando il conseguente : l'autore pensa che le comete giovani significhino un sistema solare giovane. Il collegamento è del 2002 e da allora sono state fatte molte nuove scoperte relative agli oggetti della fascia di Kuiper. In particolare, il pianeta nano Eris è stato scoperto e trovato essere di dimensioni simili a Plutone. Come risultato indiretto di questa scoperta, la categoria 'pianeta nano' è stato creato, inclusi oggetti come Eris, Plutone, Cerere, Haumea e Makemake.

84

Gli spettri del vicino infrarosso dell'oggetto della cintura di Kuiper, Quaoar e del sospetto oggetto della cintura di Kuiper, Caronte, indicano che entrambi contengono acqua ghiacciata cristallina e idrato di ammoniaca. Questo materiale acquoso non può essere molto più vecchio di 10 milioni di anni, il che è coerente con un sistema solare giovane, non uno che ha 5 miliardi di anni. ' Vedere: Le 'acque sopra' .

Acqua cristallina e ghiaccio ammoniacale sugli oggetti della Cintura di Kuiper, come Quaoar , è una scoperta recente. Le spiegazioni proposte sono un evento di impatto, il crio-vulcanismo guidato dal calore del decadimento radioattivo o una combinazione di entrambi. Tuttavia, non ci sono dati sufficienti per rispondere definitivamente a questa domanda.

Nell'articolo collegato, l'ipotesi creazionista è che questi oggetti siano fatti di resti di un '' alone acquoso '' che Dio ha creato il giorno 2 come 'acque di sopra' e che ha causato il alluvione globale : un postulato di azioni miracolose che invaliderebberofisica.

Tuttavia, si basa anche sull'accettazione dell'esistenza della Cintura di Kuiper # 83 respinge la fascia di Kuiper come un 'a questaipotesi'.

Le scale temporali di 10 milioni di anni non supportano una Terra di 6.000 anni.

85

La durata di vita delle comete di lungo periodo (periodo orbitale superiore a 200 anni) che sono comete radenti il ​​sole o altre come Hyakutake o Hale-Bopp significa che non avrebbero potuto originarsi con il sistema solare 4,5 miliardi di anni fa. Tuttavia, la loro esistenza è coerente con una giovane età per il sistema solare. Ancora una volta una questa Oort Cloud è stato inventato per cercare di spiegare che queste comete sono ancora presenti dopo miliardi di anni. Vedere, Le comete e l'era del sistema solare .Un argomento con cui condivide molti problemi # 83 . L'autore sta basando la sua affermazione di nessuna prova per l'Oort supplica speciale escludendo le prove dalle comete di lungo periodo. L'articolo citato daNaturaafferma che le simulazioni della formazione della nube di Oort indicano che potrebbe contenere meno materiale di quanto si pensasse in precedenza, il che è ben lungi dal dire che la nube di Oort non esiste. Tuttavia, un lavoro successivo suggerisce che oltre il 90% del materiale della nuvola potrebbe essere stato catturato da altre stelle.

86

La durata massima prevista per gli asteroidi vicini alla Terra è dell'ordine di un milione di anni, dopo di che entrano in collisione con il sole. E l'effetto Yarkovsky sposta gli asteroidi della fascia principale in orbite vicine alla Terra più velocemente di quanto si pensasse. Ciò mette in discussione l'origine degli asteroidi con la formazione del sistema solare (il solito scenario), oppure il sistema solare è molto più giovane dei 4,5 miliardi di anni dichiarati. Henry, J., La fascia degli asteroidi: indicazioni della sua giovinezza ,La creazione conta undici (2): 2, 2006.

Questo si riferisce al Effetto Yarkovsky : una differenza nella radiazione termica emessa tra i lati 'crepuscolo' e 'alba' di un asteroide rotante che causa cambiamenti alla sua orbita a lungo termine.

Il problema con questa affermazione è che la forza derivante dall'effetto Yarkovsky dipende dalla direzione in cui ruota l'asteroide. Per i satelliti prograde (che ruotano nella stessa direzione della loro orbita), l'effetto causerà effettivamente il movimento degli asteroidilontanodal sole. Quasi tutti gli asteroidi nella fascia principale sono prograde. Tra gli oltre 500.000 oggetti identificati nel sistema solare, sono stati identificati solo 36 asteroidi retrogradi e nessuno di loro è limitato alla fascia principale. Inoltre, questo effetto dipende dalle dimensioni e dalla forma dell'asteroide ed è trascurabile per i grandi asteroidi.

Poiché i calcoli che coinvolgono l'effetto Yarkovsky sono molto complessi, il limite di età dichiarato di 1 milione di anni appare del tutto arbitrario.

In ogni caso, anche accettare l'età di un milione di anni anziché lo standard di 4,5 miliardi non fornisce ancora alcun supporto per il giovane creazionismo terrestre.

87

La durata di vita degli asteroidi binari - dove un minuscolo asteroide 'luna' orbita attorno a un asteroide più grande - nella fascia principale (rappresentano circa il 15-17% del totale): gli effetti della marea limitano la vita di tali sistemi binari a circa 100.000 anni. Le difficoltà nel concepire uno scenario per far sì che i binari si formassero in un numero tale da mantenere la popolazione, portarono alcuni astronomi a dubitare della loro esistenza, ma le sonde spaziali lo confermarono (Henry, J., La fascia degli asteroidi: indicazioni della sua giovinezza ,La creazione conta undici (2): 2, 2006).

L'ipotesi attuale è che gli asteroidi binari si formino quando la rapida rotazione di un asteroide lo lacera in due nuovi corpi, un processo chiamato fissione rotazionale. La velocità di rotazione può aumentare durante il Effetto YORP , un effetto correlato all'effetto Yarkovsky discusso nel punto precedente, ma che agisce su superfici irregolari e disomogeneità nell'albedo.

88

L'osservato rapido tasso di cambiamento nelle stelle contraddice le vaste epoche assegnate all'evoluzione stellare. Ad esempio, Oggetto in Sagittario di Sakurai: nel 1994, questa stella era molto probabilmente una nana bianca al centro di una nebulosa planetaria; nel 1997 era diventato un gigante giallo brillante, circa 80 volte più largo del sole (Astronomia e astrofisica 321 : L17, 1997). Nel 1998, si era espansa ulteriormente, fino a diventare una supergigante rossa 150 volte più larga del sole. Ma poi si è ridotto altrettanto rapidamente; nel 2002 la stella stessa era invisibile anche ai più potenti telescopi ottici, sebbene sia rilevabile nell'infrarosso, che risplende attraverso la polvere (Muir, H., 2003, Back from the dead,New Scientist 177 (2384): 28–31).

Oggetto di Sakurai è uno dei numerosi oggetti 'nati di nuovo' osservati che si ritiene siano nane bianche che subiscono una seconda fase di rigonfiamento per diventare giganti rosse. La sua natura transitoria indica le sue origini come una stella, che divenne una nana bianca prima del suo canto del cigno. Questo non è un buon argomento per un universo giovane.

Oltre a questo, sono le fasi finali della vita di una starestremamentebreve in termini astronomici e può essere misurato in anni o addirittura giorni.

89

Il debole paradosso del sole giovane. Secondo la teoria dell'evoluzione stellare, quando il nucleo del sole si trasforma da idrogeno in elio per mezzo della fusione nucleare, il peso molecolare medio aumenta, il che comprimerebbe il nucleo del sole aumentando la velocità di fusione. Il risultato è che in diversi miliardi di anni il sole avrebbe dovuto illuminarsi del 40% dalla sua formazione e del 25% dall'apparizione della vita sulla terra. Per questi ultimi, questo si traduce in un aumento della temperatura della terra di 16–18 ° C. La temperatura media attuale è di 15 ° C, quindi la terra avrebbe dovuto avere una temperatura di -2 ° C circa quando è apparsa la vita. Vedi: Faulkner, D., Il paradosso del giovane sole debole e l'età del sistema solare ,Journal of Creation (TJ) quindici (2): 3-4, 2001.

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Il debole paradosso del giovane sole

L'insolazione non è l'unico fattore che determina la temperatura superficiale di un pianeta,come stiamo scoprendoqui sulla Terra. Semplicemente non è possibile eseguire questo tipo di estrapolazione semplificata.

Anche se fosse vero che non c'era soluzione, questa affermazione non dice ancora nulla di utile. Una delle ipotesi seriamente considerate per l'origine della vita dice che si è formata attorno a bocche geotermiche sottomarine, nel qual caso l'insolazione è del tutto irrilevante.

È anche da notare cheverostudi sull'evoluzione del Sole mostrano che ha aumentato la sua luminosità di 30% , non il 40%. Anche se non sembra essere molto, ha un impatto sulle simulazioni climatiche.

Infine, evoluzione stellare non ha assolutamente nulla a che fare con l'evoluzione biologica. L'uso della parola 'evoluzione', come negli altri esempi sopra e sotto, significa solo 'cambiamento nel tempo'.

90

La prova di un'attività geologica (molto) recente (movimenti tettonici) sulla luna non è coerente con la sua presunta età di miliardi di anni e la sua origine calda. Watters, T.R.,et al.,Prove di recenti errori di spinta sulla Luna rivelati dalla telecamera Lunar Reconnaissance Orbiter,Scienza 329 (5994): 936–940, 20 agosto 2010; DOI: 10.1126 / science.1189590 ('Questo rilevamento, unito all'età apparente molto giovane dei difetti, suggerisce una contrazione globale della Luna in fase avanzata.') Le immagini della NASA supportano l'origine biblica della Luna .

La recente (che significa meno di un miliardo di anni fa) la fagliazione sulla Luna in realtà conferma le teorie di lunga data sulle condizioni iniziali della Luna, come spiegato nel documento di riferimento. L'incomprensione dei creazionisti è che affermano che la Luna sarebbe fredda e morta 2 miliardi di anni dopo la sua formazione. Non solo questa affermazione manca di valore scientifico e buon senso, ma ancora una volta, l'affermazione dell'autore è fermamentecontrouna giovane Terra. Guarda anche # 65 .


91

I pianeti gassosi giganti Giove e Saturno irradiano più energia di quella che ricevono dal sole, suggerendo un'origine recente. Giove irradia quasi il doppio dell'energia che riceve dal sole, indicando che potrebbe essere meno dell'1% del presunto sistema solare di 4,5 miliardi di anni. Saturno irradia quasi il doppio di energia per unità di massa rispetto a Giove. Vedere L'età dei pianeti gioviani .

Giove genera quantità significative di calore interno attraverso il ben noto Meccanismo di Kelvin – Helmholtz . Come risultato di questa radiazione termica, Giove si restringe di 2 cm all'anno. Dato che è 2,5 volte più massiccio di tutti gli altri pianeti messi insieme, si può presumere che abbia irradiato più calore di quello che riceve dal Sole per un periodo piuttosto lungo. D'altra parte, Saturno irradia così tanta energia grazie allo stesso meccanismo di Giove più il calore rilasciato dalla caduta di goccioline di elio nel suo nucleo .

L'affermazione dell'autore metterebbe l'età di Giove a 45 milioni di anni, il che non supporta la posizione secondo cui ha 6.000 anni.

92

Le stelle veloci sono coerenti con una giovane età per l'universo. Ad esempio, molte stelle nelle galassie nane del Gruppo Locale si stanno allontanando l'una dall'altra a velocità stimate in 10-12 km / s. A queste velocità, le stelle avrebbero dovuto disperdersi in 100 mA, che, rispetto alla presunta età di 14.000 mA dell'universo, è un tempo breve. Vedere Le stelle veloci sfidano l'origine del big bang per le galassie nane .

Queste galassie nane sono distanti diversi milioni di anni luce, il che significa che ci vorrebbero diversi milioni di anni prima che la luce arrivasse qui, che non supporta un universo di 6.000 anni (il problema della luce delle stelle ). Anche la cifra di 100 milioni di anni non riesce a supportare una scala temporale di 6.000 anni. In effetti, la spiegazione convenzionale per la non dispersione di queste galassie è che contengono quantità significative dimateria oscura, la cui attrazione gravitazionale tiene legate le stelle. Sebbene l'esistenza della materia oscura debba ancora essere confermata, ci sono considerevoli prove indirette del suo effetto gravitazionale e molti esperimenti sono in corso volti alla rilevazione diretta. Inoltre, non c'è motivo per cui alcune stelle non possano essersi formate di recente e la formazione stellare è effettivamente in corso attualmente.

93

L'invecchiamento delle galassie a spirale (molto meno di 200 milioni di anni) non è coerente con la loro presunta età di molti miliardi di anni. Il scoperta di galassie a spirale estremamente 'giovani' evidenzia il problema di questa evidenza per le età evolutive ipotizzate.

Questo punto si riferisce al problema di avvolgimento . Se assumiamo che le stelle orbitino intorno al nucleo galattico in orbite che corrispondono alla forma del disco galattico, allora secondo le leggi di Keplero del moto orbitale, le stelle esterne orbiterebbero il nucleo più lentamente delle stelle interne. Ciò porterebbe le braccia ad essere avvolte sempre più strette attorno al nucleo fino a quando non scompariranno.

Due ipotesi spiegano la stabilità a lungo termine delle galassie a spirale. La prima possibilità è che le stelle non orbitino attorno al nucleo in orbite circolari, ma piuttosto in orbite ellittiche, che sono parzialmente allineate tra loro. Questo porta naturalmente a regioni di maggiore densità stellare, che sarebbero visibili come braccia (vedi immagine).

Diagramma di braccia galassia a spirale.svg

La seconda possibilità è che le braccia non siano effettivamente regioni di densità di materia sostanzialmente più elevata, ma regioni di maggiore luminosità. Quando un'onda di densità a spirale si propaga attraverso la galassia, provoca l'accensione di stelle luminose e di breve durata nella sua scia. In altre parole, le braccia a spirale non sono come nastri su un bastone, ma come un fuoco d'erba.

94

Il numero di tipo I resti di supernova (SNR) osservabili nella nostra galassia è coerente con un'età di migliaia di anni, non milioni o miliardi. Vedi Davies, K.,Proc. 3 ICC, pagg. 175–184, 1994.

Abbiamo trovato molti resti della terza fase, quindi questa affermazione è di fatto errata. Vedi, ad esempio, lo sperone polare nord .

Perché anche le stelle più massicce raggiungessero lo stadio di supernova, sarebbero dovuti passare milioni di anni. Quelli meno massicci, che lasciano alle spalle le nane bianche che producono il tipo I.persupernovae - supponendo che l'autore pensi a loro quando menziona la 'supernova di tipo I', che è inesatta - durano ancora più a lungo.

95

Il tasso di espansione e la dimensione delle supernove indica che tutti gli studi sono giovani (meno di 10.000 anni). Vedere resti di supernova .

Questa affermazione è di fatto errata. Questa supernova si trova in una galassia lontana a circa 380 milioni di anni luce; quindi deve essere accaduto 380 milioni di anni fa. Non si sa da dove provenga la cifra 'meno di 10.000 anni'. La luce dei resti impiega diversi milioni di anni per raggiungerci. Se fossimo molto vicini alla supernova, verremmo inceneriti. Qualcosa di questa natura potrebbe aver causato il Evento Ordoviciano-Siluriano . Il lampo di raggi gamma in questione proveniva da circa seimila anni luce di distanza. A parte le supernove, lo spazio profondoquasarhanno spostamenti verso il rosso che indicano che sono lontani 2,44 miliardi di anni luce e altri molto di più.

Anche i resti di supernova si espandono con il tempo diventando non rilevabili mentre si mescolano con il mezzo interstellare.

Storia umana

96

Crescita della popolazione umana. Meno dello 0,5% annuo la crescita di sei persone 4.500 anni fa produrrebbe la popolazione di oggi. Dove sono tutte le persone? se siamo qui da molto più tempo?

Noi possiamo esserecertoche c'erano molte più di sei persone 4500 anni fa, prima o dopo il inondazione putativa . 2500 a.C. corrisponde al Quarta dinastia egizia , che ha visto la costruzione del Grande Piramide di Giza , e il periodo maturo di Harappa del Civiltà della valle dell'Indo durante il quale era più prospero. Si noti che questi sono anteriori alla data standard del Diluvio Universale del 2348 a.C.

Infatti, un missionario gesuita, Martino Martini , inviato in Cina nel 1650, rimase scioccato nello scoprire che i documenti cinesi raccontavano la dinastia imperiale dal primo imperatore nel 2952 a.C. Un imperatore, ovviamente, richiede una grande popolazione per governare, non un singolo individuo. Anche a un rigoroso gesuita, i documenti cinesi apparivano più affidabili e dettagliati di quelli degli ebrei:

  • Non contenevano lacune.
  • Anche le prime voci sono state scritte da autori contemporanei.
  • Erano rigorosamente reali senza alcun riferimento a miti o leggende.
  • Potrebbero essere incrociati con le date delle eclissi solari calcolate dagli astronomi europei.

L'articolo collegato afferma che il tasso di crescita è cambiato, ma ancora non tiene conto che in alcuni periodi sono morte più persone di quante ne siano nate, il che significa che la crescita della popolazione è statanegativoa quei tempi. Il Morte Nera epidemia nel 14 ° secolo in Europa e in Asia sterminò circa un quinto di tutta l'umanità.

La realtà è che, come vediamo oggi negli animali, la popolazione umana è stata relativamente statica per gran parte della nostra storia e determinata dal portata dell'ambiente: la qualità del suolo, dell'acqua dolce, delle malattie, del tempo e così via. Solo i nostri progressi tecnici nell'agricoltura e nella medicina ci hanno permesso di espandere notevolmente la capacità di carico della Terra e quindi aumentare la nostra popolazione.


97

Scheletri e manufatti umani dell'età della pietra. Non ce ne sono abbastanza per 100.000 anni di una popolazione umana di appena un milione, figuriamoci più persone (10 milioni?). Vedere Dove sono tutte le persone?

Questo articolo contiene tre sviste. In primo luogo, la fossilizzazione è un evento raro e la maggior parte delle ossa, comprese le ossa umane, si degradano semplicemente nel tempo finché non rimane nulla. In secondo luogo, in passato, non tutti venivano sepolti: molte persone morivano durante la caccia e le guerre e la cremazione era comune. In terzo luogo, poiché seppellire qualcuno con beni utili è uno spreco, seppellire con artefatti era un onore concesso solo ai membri più alti della società come segno di rispetto. Ecco perché le scoperte di tali tombe sono rare.

L'idea che dovrebbero esserci resti fisici di tutti coloro che hanno vissuto, anche negli ultimi 1000 anni (per non parlare degli ultimi 100.000 anni), è assurda e ignora il numero ancora maggiore di bestie enormi in tutto il mondo che hanno vissuto anche durante questo tempo ma rimangono non rappresentati nella documentazione archeologica.

Il collegamento sostiene anche che le ossa dovrebbero essere conservate per oltre 100.000 anni perché alcuni paleobiologi hanno affermato di aver trovato un osso di dinosauro con tracce di tessuto molle. Questa affermazione è discussa in punto # 7 .

98

Lunghezza della storia registrata. Origine di varie civiltà, scrittura, ecc., Più o meno nello stesso periodo diverse migliaia di anni fa. Vedere Prove per un mondo giovane .

L'articolo collegato afferma quanto segue argomento dall'incredulità : 'L'uomo preistorico costruì monumenti megalitici, fece bellissime pitture rupestri e tenne traccia delle fasi lunari. Perché avrebbe dovuto aspettare mille secoli prima di usare le stesse capacità per registrare la storia? '

Civiltà indipendentemente ha inventato la scrittura come e quando lo usavano: prima come simboli, poi come numeri per il commercio, quindi legge codificata, registri di proprietà e gerarchie sacerdotali. Le persone hanno iniziato a scrivere quando è diventato utile farlo.

In effetti, tutta la storia, fino ai giorni nostri, è matura di casi di molteplici scoperte. Come membri della stessa marca di grandi scimmie - e come chiaramente evidenziato dall'intero elenco alla tua sinistra - è lecito concludere che, come specie, non siamoquellooriginale nel nostro pensiero.

C'è un ulteriore problema: come notato in # 96 , i cinesi avevano fatto la cronaca della loro dinastia imperiale per diversi secoli prima della data dichiarata del diluvio; e tuttavia i primi cinque libri della Bibbia, il Pentateuco, sono generalmente concordati anche da quelliStudiosi biblicicredendo che la loro verità letterale fosse stata scritta da Mosè solo qualche tempo dopo il 1491 aC (secondo la linea temporale di Ussher). Sicuramente una copia fisica di un'opera così importante sarebbe stata affidata su pergamena molto prima.

99

Le lingue. Le somiglianze nelle lingue che si afferma essere separate da molte decine di migliaia di anni parlano contro le presunte età (ad esempio, confrontare alcune lingue aborigene in Australia con lingue nell'India sud-orientale e nello Sri Lanka). Vedere Il racconto della Torre di Babele affermato dalla linguistica .

Vedi l'articolo principale su questo argomento:Pseudolinguistica

L'autore sembra essere in grave errore su quali prove sarebbero coerenti con una lettura biblica letterale e una presunta Torre di Babele. Se Dio davvero mescolasse le lingue a Babele per impedire alle persone di cooperare, ci aspetteremmo che un insieme di lingue molto diversificato apparisse immediatamente, 'dal nulla', qualche migliaio di anni fa. La storia della Torre di Babele afferma anche che la mancanza di un linguaggio comune è stato il fattore motivante per la migrazione delle persone attraverso la Terra. Quindi ci aspetteremmo che le lingue geograficamente distanti non abbiano antenati comuni. Tuttavia, la linguistica moderna ha stabilito oltre ogni dubbio che diverse lingue europee e indiane che appaiono molto distinte, come il sanscrito e il tedesco, condividono un antenato comune: il proto-indoeuropeo. Molte parole in queste due lingue corrispondono sistematicamente l'una all'altra. Anche se il proto-indoeuropeo non è attestato, molte delle sue parole possono essere ricostruite indagando le lingue moderne e storiche. Protolinguaggi simili sono stati identificati in molti altri casi, ad esempio, proto-balto-slavo, proto-afroasiatico, proto-algico, proto-bantu e così via.

Inoltre, l'autore presume erroneamente che un'origine evolutiva del linguaggio implichi un unico antenato comune per tutte le lingue esistenti. Questo è falso. La lingua si propaga orizzontalmente, non verticalmente; un bambino non eredita la lingua dei suoi genitori biologici, ma invece impara la lingua di chi la alleva. Pertanto, un antenato comune di tutte le lingue non è richiesto nella visione evolutiva ed è, in effetti, improbabile. Dato che il comportamento linguistico umano dipende da diverse basi cognitive e fisiche, molte delle quali sono presenti anche in altre specie, sembra probabile che ci sia stato un graduale cambiamento dal comportamento simile al linguaggio al comportamento linguistico. Ciò avrebbe potuto facilmente comportare l'emergere di nuove lingue in luoghi diversi. In effetti, abbiamo familiarità con le nuove lingue dei segni emergenti nella storia molto recente.

L'autore potrebbe fondere l'evoluzione (sia biologica che linguistica) con l'idea di discendenza comune da un unico antenato. Sappiamo che la discendenza comune universale è falsa nella storia della lingua, anche se non doveva necessariamente essere così. Allo stesso modo, la nostra evoluzione biologica non richiede che abbiamo un antenato comune universale, ma sembra che lo facciamo. È del tutto possibile che altre forme di vita siano sorte sulla Terra molto tempo fa, ma sembrano essere state tutte superate dai nostri lontani antenati (accidenti a noi!). È anche possibile che parte di esso possa sopravvivere in qualche angolo remoto della Terra, ma finora non ne abbiamo trovato alcuna prova.

100

I 'miti' culturali comuni parlano della recente separazione dei popoli in tutto il mondo. Un esempio di ciò è la frequenza di storie di un'alluvione che distrugge la terra .

Vedi l'articolo principale su questo argomento: Alluvione globale § Grandi alluvioni reali e irreali

Questi miti parlano anche di molti dei, ma qui l'argomento non è per il politeismo. Anche molti dettagli importanti sono diversi: alcune di queste storie hanno due o più inondazioni globali, altre hanno solo inondazioni locali. Anche i mezzi con cui alcuni esseri umani sopravvivono differiscono in modo significativo. Presi insieme, questo rende più probabile che siano miti o storie in comune piuttosto che prove storiche affidabili che una particolare variante è corretta.

È importante notare che le frequenti inondazioni nelle valli fluviali creano un terreno molto fertile, motivo per cui molte civiltà antiche (ad esempio, Egitto, Mesopotamia, Cina) hanno iniziato in ambienti soggetti a inondazioni. In questo contesto, la prevalenza dei miti sulle inondazioni non è sorprendente.

101

Origine dell'agricoltura. La datazione secolare lo colloca a circa 10.000 anni, eppure la stessa cronologia dice che l'uomo moderno esiste presumibilmente da almeno 200.000 anni. Sicuramente qualcuno avrebbe capito molto prima come seminare i semi delle piante per produrre cibo. Vedere: Prove per un mondo giovane .

Vedi l'articolo principale su questo argomento: Argomento dall'incredulità

Questo argomento solipsistico - il classico pseudostorico tropo di cosa E. P. Thompson chiamato 'l'enorme condiscendenza dei posteri' - ci implora di chiederci come potrebbe 'impiegare così tanto tempo' per inventarequalunque cosa- non solo agricoltura - ma anche cose come l'aereo, il volo spaziale o la televisione.

Per fortuna, questo modo di ragionare crolla su se stesso per il semplice fatto che può essere applicato altrettanto beneil passatoquanto ail futuro(che, a tempo debito, diventerà ilpassato futuro). Da questo segue quellola nozione stessadi un (immaginiamo,sinceramentenuovissima) invenzione appena annunciata oggi conta improvvisamente come motivo per dubitare che non lo fossein Attualitàinventato molto prima.

In altre parole, con questo argomento (contando dalla data odierna), le cose che sonoancora da inventareper altri cento anni potrebbe, inancora un altro millennio, quindi si può sostenere che probabilmente sono stati inventati diverse centinaia di anniprima della data attuale.

Oltre alla totale incredulità richiesta per mantenere seriamente l'errore di cui sopra, resta il fatto che l'agricoltura richiede l'adozione di uno stile di vita in cui l'agricoltore deve imparare a produrre o commerciare per tutte le cose di cui ha bisogno, a costruire e mantenere sistemi di irrigazione, ea difendere un insediamento permanente. Queste innovazioni e le strutture sociali necessarie per sostenerle sembrano ovvie solo col senno di poi (che, come si suol dire, è '20/20').

Ancora più importante, quasi tutte le piante e gli animali da cui gli esseri umani dipendono ogginon esisteva in natura. È stato solo da generazioni di allevamento selettivo , praticato letteralmente per migliaia di anni, che alcuni animali erano resi docili e alcune piante rese commestibili e nutrienti (per esempio., ilBanana).

A parte questo, la divergenza tra lupi e lupi che accompagnano gli esseri umani può essere fatta risalire a 36.000 anni fa, con adattamenti (come conseguenza diretta del processo di addomesticamento) avvenuti da alloraalmeno13.000 anni fa nel caso del nostro più vecchio compagno, il cane.

Anche i progressi culturali che oggi possono sembrarci ovvi hanno spesso origini relativamente tarde. Ad esempio, la monetazione che sostituisce il baratto non è avvenuta fino al 900 a.C. al più presto, e l'inca altrimenti sofisticato non sapeva nulla della ruota non implementava la ruota per il viaggio a causa di così tante scale.

Anzi, tanto 'ovvia' una comodità altrettanto comuneCarta igenicanon è stato inventato fino al VI secolo a.C. E questo, in un momento in cui - presumibilmente - tutti dovevano andarci di tanto in tanto proprio come oggi, e oltre, quando l'accesso all'acqua corrente (non importapressurizzato, come in un bidet) non era una garanzia.

Al contrario, una lettura letterale della Bibbia concede 30 anni al massimo per lo sviluppo dell'agricoltura. Nemmeno la punta di diamante del modernoOGMla tecnologia potrebbe ottenerequellodispositivo contundente verde brillante con semiper trasformarsi in un commestibile morbido e giallo in soli 30 anni.

Argomenti rimossi

Alcuni punti sono stati modificati dalla prima apparizione dell'articolo. Per completezza, questa sezione raccoglie analisi di argomenti che non sono più presenti nell'elenco.

introduzione

Alla fine la Bibbia sarà confermata e coloro che negano la sua testimonianza saranno confusi. La stessa Bibbia ci parla anche del giudizio di Dio su coloro che rifiutano il suo diritto di governarli. Ma ci dice anche della sua disponibilità a perdonarci per il nostro comportamento ribelle. La venuta di Gesù Cristo, che è stato intimamente coinvolto nel processo di creazione all'inizio, nel mondo, ha reso questo possibile (vedere Buone notizie ).

Oltre ad avere alcuna rilevanza per le questioni scientifiche (probabilmente la ragione per la rimozione di questo punto), questa dichiarazione religiosa è dubbia in termini di studi biblici. La spiegazione che segue è un tentativo estremamente condensato di descrivere un argomento filosofico complesso, quindi assicurati di leggere gli articoli collegati.

Il termine usato in Giovanni 1: 1-3 è l'antico termine filosofico greco loghi .Inizialmente, è stato utilizzato in retorica per denotare la persuasione attraverso la ragione e l'appello logico. Le altre due modalità eranoethos, persuasione per autorità e carisma, epathos, persuasione attraverso le emozioni. Filosofi stoici ha usato questo termine per descrivere il loro concetto di a panteistico dio, che consisteva nel principio passivo (ousia), identificato con la materia, e il principio attivo (loghi), identificato con la ragione universale e il destino. Questo concetto è stato utilizzato da Filone d'Alessandria , che ha cercato di armonizzare la filosofia stoica con il giudaismo. Ha identificatologhicon il pensiero creativo nella mente di Dio che porta in essere l'universo e ne sostiene l'esistenza. Lo descrisse allegoricamente come il figlio primogenito e l'immagine di Dio. Si ritiene comunemente che il Vangelo di Giovanni sia stato scritto all'inizio del II secolo. Dato questo contesto, possiamo vedere che il primo capitolo è chiaramente influenzato da Filone, e l'autore non intende questologhiè letteralmente un nome diverso per Gesù e che era l'intermediario personale di Dio durante ilSettimana della creazione, ma invece che Gesù è un'incarnazione dell'essenza creativa di Dio.


Ex punto 90

Cometesimals. Dai suoi studi, l'astronomo Louis Frank afferma che 100 milioni di tonnellate di acqua vengono aggiunte alla Terra ogni anno in comete (piccoli resti di comete). Ciò ha forti implicazioni per la presunta età degli oceani, se confermato. Vedi: Bergman, J., Advances in integrating cosmology: Il caso dei comete ,Journal of Creation(CENTJ) 10 (2): 202-210, 1996.

L'ipotesi della piccola cometa proposta da Louis A. Frank è stata ampiamente respinta come pseudoscienza . La tenue evidenza è costituita da pixel scuri interpretati come 'buchi atmosferici' nelle immagini scattate dai satelliti che osservano la Terra dallo spazio. Le loro dimensioni non dipendono dall'altitudine di osservazione, che ci si aspetterebbe dalle nuvole di vapore provenienti dalla disintegrazione delle comete. Sono adeguatamente spiegati come una combinazione di rumore strumentale e artefatti dell'algoritmo che Frank e colleghi hanno utilizzato per pulire le immagini dai punti luminosi causati da particelle energetiche. Inoltre, 30.000 piccole comete che si disintegrano nell'atmosfera terrestre ogni giorno lascerebbero ogni sorta di altra prova, come uno spettacolo di luci ogni notte, che semplicemente non c'è.

Analisi

Molti argomenti nell'elenco soffrono di una combinazione specifica di affermando il conseguente con ilfallacia dei riflettori: per

  • Se la Terra ha 6.000 anni, ci aspettiamo che X abbia meno di 6.000 anni.
  • In alcune circostanze, X può formarsi in meno di 6.000 anni.
  • Pertanto, la Terrapotevaavere 6.000 anni.

Questo è sbagliato su due livelli. In primo luogo, ci si può aspettare che una Terra che ha miliardi di anni abbia cose più giovani di 6.000 anni, come te. In secondo luogo, anche se un esempio di X è davvero 'giovane', ciò non significa che tutti gli X lo siano: si può dimostrare che la stragrande maggioranza di X menzionata negli argomenti è molto più antica dell'intera scala temporale della giovane Terra.

Logicamente, possiamo anche notare che qualsiasi prova offerta dai creazionisti che dimostri che la Terra è significativamente più vecchia di 6.000 anni - per quanto inferiore all'età convenzionalmente accettata - è un `` obiettivo personale '' che, lungi dal minare il caso scientifico, è in realtà un discussionecontrouna giovane età della Terra. (In generale: if PER è la provaper X , quindi no- PER è la provacontro X .)

Un altro errore comune è presumere un file falso dilemma tra le attuali conoscenze scientifiche sull'età della Terra e dell'universo e la prospettiva del creazionismo della giovane Terra: o la scienza può spiegare tutto, oppure YEC è vero. In realtà, è infinitamente più probabile che ulteriori indagini si traducano in prove a sostegno di spiegazioni coerenti con il tempo profondo e screditeranno ulteriormente il punto di vista dello YEC.

Di seguito è riportato un elenco dei problemi negli argomenti dell'autore. Non elenca in modo esaustivo tutti gli errori, ma solo quelli comuni.

Errori

Problemi tecnici

Da ciò si nota che non ci sono 101 'prove', solo 93, molte delle quali si contraddicono, mentre le altre contengono errori logici e retorici che minano gravemente il rigore intellettuale della lista.

Facebook   twitter