5 curiosità sul Natale in America

Ornamenti per l

Ovunque gli americani si trovino in dibattiti durante le vacanze su questioni che vanno da ciò che è raffigurato sulle tazze di Starbucks alle esibizioni pubbliche di simboli religiosi, è difficile non essere d'accordo sul fatto che il Natale sia ancora una parte importante della vita di molte persone.

Giusto in tempo per le vacanze, ecco cinque fatti sul Natale in America e su come le persone lo celebrano:

1 Nove americani su dieci (90%) - e il 95% dei cristiani - affermano di celebrare il Natale, secondo un nuovo sondaggio del Pew Research Center. Sebbene queste cifre siano generalmente rimaste stabili negli ultimi anni,il ruolo della religione nelle celebrazioni natalizie sembra essere in declino. Oggi, il 46% degli americani afferma di celebrare il Natale principalmente come una festa religiosa (piuttosto che culturale), in calo rispetto al 51% che lo aveva detto nel 2013, con i Millennial meno propensi di altri adulti a dire che celebrano il Natale in modo religioso. La maggioranza degli adulti statunitensi (56%) afferma anche che gli aspetti religiosi del Natale sono enfatizzati meno nella società americana oggi rispetto al passato, anche se relativamente pochi sono infastiditi da questa tendenza.

2Quando vanno al negozio, quale saluto preferiscono gli americani: 'buon Natale' o 'buone feste'? Per alcuni, questa può essere una domanda delicata, ma un numero crescente di americani non sembra provare sentimenti forti in entrambi i casi.Circa la metà degli americani (52%) ora afferma che non importa come i negozi accolgono i propri clienti durante le vacanze,dal 46% nel 2012. Circa un terzo (32%) ha scelto 'buon Natale', in calo considerevole rispetto al 42% che lo aveva detto cinque anni fa. I repubblicani sono molto più propensi dei democratici a dire che preferiscono il 'buon Natale'.

3 Le manifestazioni natalizie su proprietà del governo - che richiedono un controllo annuale - sono un altro aspetto talvolta controverso del Natale. Abbiamo chiesto agli americani se i simboli cristiani come i presepi dovrebbero essere consentiti su proprietà del governo e, in tal caso, se dovrebbero essere consentiti da soli o solo se accompagnati da simboli di altre fedi.Una quota crescente dice che le manifestazioni religiose dovrebberononessere consentito su proprietà del governo in qualsiasi circostanza(26%, rispetto al 20% di tre anni fa). Allo stesso tempo, una quota in calo afferma che i simboli cristiani dovrebbero essere consentiti su proprietà del governo anche se non sono accompagnati da simboli di altre religioni (37% oggi, in calo dal 44% nel 2014). Circa tre su dieci (29%) affermano che queste esposizioni dovrebbero essere consentite solo se accompagnate da altri simboli religiosi come le candele Hanukkah, una quota che è rimasta relativamente stabile negli ultimi anni.

4Gli americani hanno a lungo discusso se i presepi e altre manifestazioni religiose su proprietà pubbliche violino la clausola istitutiva del primo emendamento della costituzione degli Stati Uniti.Negli anni '80, la Corte Suprema ha emesso due sentenze fondamentali che consentono l'esposizione di asili nido di Natale, Hanukkah menorah e altri simboli di festività religiose su proprietà pubbliche a condizione che non sostengano o promuovano attivamente una particolare religione o religione in generale. In pratica, i simboli religiosi che fanno parte di una più ampia esposizione di festività secolari (contenenti, ad esempio, alberi di Natale, Babbo Natale e renne) hanno avuto molte più possibilità di sopravvivere a una sfida giudiziaria rispetto a quelle manifestazioni che sono esclusivamente o più apertamente religiose.



5 La maggior parte degli americani crede che gli elementi della storia biblica del Natale riflettano eventi storici reali, sebbene la percentuale che esprime questo punto di vista sia notevolmente diminuita negli ultimi anni.Due terzi (66%) affermano che Gesù è nato da una vergine, rispetto al 73% che lo ha detto nel 2014; Il 75% crede che sia stato deposto in una mangiatoia, in calo rispetto all'81%. Allo stesso modo, anche le azioni che affermano di credere che i saggi, guidati da una stella, portarono doni a Gesù - e che un angelo apparve ai pastori per annunciare la nascita di Gesù - sono anch'esse diminuite. Una sottile maggioranza degli adulti statunitensi (57%) crede che tutte e quattro queste cose siano realmente accadute, rispetto al 65% di tre anni fa. La fede in questi eventi è diminuita non solo tra le persone senza affiliazione religiosa, ma anche tra i cristiani. Nel complesso, lo dice circa un americano su cinque (19%)nessunadi queste cose sono realmente accadute.

Nota: questo è un aggiornamento di un post originariamente pubblicato il 21 dicembre 2015.

Facebook   twitter