Mito Khazar

Khazaria, 820 d.C. circa
Odio per amore dell'odio
Antisemitismo
Antisemitismicon.svg
Perpetuare il pregiudizio
Mercanti di odio
Finzione sui fatti
Pseudoistoria
Icona antichi alieni.svg
Come non è successo

Il Mito Khazar (ufficialmente il Ipotesi Khazar di ascendenza ashkenazita ) sostiene che gli ebrei ashkenaziti (cioè quelli discendenti da una linea di sangue dell'Europa orientale) non lo sonoetnicamente ebraicaaffatto, ma discendono dagli abitanti dell'Impero Khazar turco medievale. I creatori di miti spesso sfruttano questa idea nel tentativo di screditaresionismoe / o per spiegare perché il Britannico / Ariani / Neri /Arabi/ inserire qui la razza, e non gli ebrei, sono il VERO 'popolo eletto' del Bibbia . Il alt-right spesso solleva il mito Khazar nel tentativo di delegittimare le affermazioni ashkenazite di essere ebrei e, per estensione, le rivendicazioni ebraiche sull'ancestrale Israele.

Contenuti

Lo stato Khazar

Lo stato Khazar, in vari momenti indicato come Khazar Khaganate o Khazaria, era un sistema politico dell'Asia centrale nelmedievaleera. Molti ebrei cercarono rifugio dal tumulto nelpersianoe orientale Roman Empires emigrando nella regione di Khazar, e nel X secolo EV, si stima che ci fossero circa trentamila ebrei che vivevano in Khazaria. Intorno al IX secolo d.C. con Abdia, la classe dirigente dei Khazari si convertì al giudaismo e da quel momento in poi coltivò relazioni con le comunità ebraiche diasporiche in Europa e in Asia fino alla loro caduta nel X secolo.

La tredicesima tribù

La tredicesima tribùè un libro scritto nel 1976 da flaming nutjob (parapsicologo)Arthur Koestler, sostenendo che gli ebrei ashkenaziti discendevano dai convertiti Khazar al giudaismo. L'autore apparentemente aveva le migliori intenzioni e pensava che stabilendo la discendenza Khazar piuttosto che dagli ebrei di Gesù 'tempo e area, il'Christ-Killer'le accuse sarebbero finite e Antisemitismo scomparirebbe.

Studi genetici

Molti lo sostengonogeneticogli studi sulle popolazioni ebraiche hanno confutato qualsiasi affermazione di un significativo lignaggio Khazar e hanno dimostrato che la maggior parte degli ebrei etnici traggono le loro radici dal Medio Oriente. Uno studio genetico condotto dal dottor Gil Atzmon ha scoperto che gli ebrei europei erano più strettamente imparentati con gli ebrei del Medio Oriente,Palestinesi,Tipo, e gli europei del sud non ebrei - prove incoerenti con Khazar / slavoipotesi. Un altro studio genetico condotto da Doron Behar ha scoperto che, nonostante la mescolanza di popolazioni locali, campioni genetici autosomici di ebrei ashkenaziti, ebrei caucasici, ebrei del Medio Oriente, ebrei nordafricani ed ebrei sefarditi formano un cluster genetico relativamente stretto che si sovrappone a samaritani e israeliani Druso che è fortemente indicativo di ascendenza levantina comune.

Questo argomento è stato contestato da un recente studio genetico del genetista della Johns Hopkins University, il dott. Eran Elhaik. Tuttavia, lo studio di Elhaik non affronta completamente i risultati di studi precedenti, in particolare la sovrapposizione tra le popolazioni ebree ashkenazite e le popolazioni levantine endogame native come i Samaritani e i Drusi. L'uso di Elhaik degli arabi palestinesi come rappresentanti della genetica ancestrale israelita è discutibile alla luce di precedenti studi genetici che hanno scoperto prove di un flusso genico africano significativo presente nelle popolazioni arabe, ma non arabe del Medio Oriente. Il blogger Razib Khan sostiene che le conclusioni di Elhaik si basano su ipotesi scarsamente ragionate e che `` la componente caucasica che viene rilevata in questo documento potrebbe essere semplicemente un elemento ancestrale [n] indigeno del Medio Oriente che ora è stato in qualche modo spostato verso nord nella sua frequenza modale a causa di l'espansione degli arabi.

Nessuno di questi studi sugli ebrei ashkenaziti ha rilevato prove di una significativa componente genetica dell'Asia centrale o orientale che è presente in altre popolazioni turche. Gli attuali Khazar sarebbero stati probabilmente assimilati dai Krymchaks (ebrei di Crimea) dopo la caduta di Khazaria. Anche così, i Krymchak avevano una lunga storia di assimilazione di altri ebrei che vennero in Crimea, quindi la loro discendenza è ancora in gran parte levantina.



Perché comunque non avrebbe importanza

Sebbene gli ebrei ashkenaziti siano il più grande gruppo etnico di ebrei oggi, i sefarditi (ebrei dispagnoloe discendenza nordafricana) e Mizrahim (ebrei diMedio orientalediscesa) costituiscono la maggioranza della popolazione ebraica inIsraele. Inoltre, Israele è diventata la casa di molti piccoli gruppi etnici ebraici, comeetiopeEbrei, ebrei yemeniti ed ebrei di Kaifeng. Dal momento che il mito Khazar non si rivolge affatto a quegli ebrei, qualsiasi suo uso per dimostrare che 'gli ebrei' non sono veri ebrei ha dei buchi significativi.

Inoltre, il giudaismo ha consentito la conversione volontaria per gran parte della sua storia. Anzi, la bisnonna diRe Davide,Ruth, era un moabita convertito. Pertanto, anche se gli Ashkenazi fossero discendenti dei convertiti Khazar, sarebbero comunque interamente e legittimamente ebrei agli occhi della legge ebraica.

Inoltre c'è la questione della miscelazione genica che si verificherebbe inevitabilmente quando due popolazioni vivessero vicine. Non importa quanto severi possano essere i vincoli sociali o religiosi contro entrambi, i matrimoni misti e extraconiugali sesso stanno ancora accadendo. Un ottimo esempio di questo sonoafroamericaniche hanno una tonalità della pelle molto più chiara di quella comune nella casa dell'Africa occidentale dei loro antenati. Ciò è ovviamente dovuto alla diffusa miscela coniugale ed extraconiugale con popolazioni non nere negli Stati Uniti eschiavispesso noavere voce in capitolo.Thomas Jeffersonei suoi figli sono solo un noto esempio di questo.Obama'Smadreè un altro buon esempio; si scopre che uno dei suoi antenati era tra i primi africani nelle colonie e probabilmente il primo schiavo. E questo era il risultato - nella migliore delle ipotesi - di quattro secoli di convivenza fianco a fianco, non dodici secoli come sarebbe il caso dei Khazari.

Facebook   twitter